«Metto la mia esperienza a disposizione della Roma»

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista) – Ieri è stato anche il giorno di Claudio Fenucci. Distinto gentiluomo, qualche capello grigio che fa un po’ vintage, da questo mese è l’amministratore delegato dell’As Roma, di cui è anche (e soprattutto) consigliere di amministrazione.

«È una conferenza – ha detto ai giornalisti – alla quale, venendo da Lecce, non sono abituato. E questo fa capire, se mai ce ne fosse stato bisogno, l’importanza che è la Roma per Roma e per tutti gli sportivi. Vengo da un club di piccole-medie dimensioni, dove però abbiamo raggiunto dei risultati sia sotto il profilo sportivo che sotto quello aziendale. Porto il mio bagaglio personale, che spero di poter mettere a disposizione della Roma per quelli che saranno i progetti che la proprietà ci indicherà in futuro». Fenucci ha anche illustrato la posizione della società sui diritti tv: «La Roma aveva ricorso contro la delibera del 15 aprile in cui alcune società avevano deliberato una ripartizione su criteri diversi rispetto a quelli intesi originariamente nella legge. In termini economici, la Roma è in una situazione di sostanziale indifferenza se proseguire nell’individuazione nell’ambito della legge per favorire il tifoso come semplice appassionato o se seguire le risultanze della delibera proposta dai 15 club. La nostra visione è propedeutica a quella del prossimo triennio, dove la Roma intende sposare una posizione che premi la meritocrazia. E quindi una divisione delle risorse anche in merito ai risultati che il club riesce a conseguire nel tempo»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy