Linea verde

di Redazione, @forzaroma

(Il Tempo – A.Austini) – Giovani e affermati. Thomas DiBenedetto vuole solo gente così per la nuova Roma. Detto, fatto: le prime due operazioni di mercato concluse da Sabatini lo hanno accontentato.

Luis Enrique, 41 anni, sarà il tecnico più giovane della serie A dopo Montella, appena passato da Trigoria al Catania. Con l’allenatore spagnolo arriveranno tre collaboratori under 40, compreso il preparatore atletico Rafael Pol Cabanellas che ha appena 26 anni. A guidarli potrebbe esserci la «chioccia» Aurelio Andreazzoli, ex collaboratore di Spalletti e Montella che i «senatori» del gruppo hanno chiesto di confermare. Sarà un’eccezione. Trigoria è pronta a popolarsi di «ragazzini». A cominciare da Bojan Krkic, 21 anni da compiere e primo acquisto dell’era americana. «È l’emblema del giocatore che mi piace – il pensiero di Luis Enrique – e riuscirò a motivarlo». Sabatini ieri ha parlato di «trattativa ben avviata», il Barça di «offerta in fase di studio», ma in realtà l’affare è chiuso, come lui stesso fa capire: «Ci siamo messi d’accordo con il giocatore e col Barcellona». Bojan arriva tecnicamente a titolo definitivo, anche se il pagamento dei 10 milioni di euro per il cartellino è differito e l’operazione «assomiglia» a un prestito gratuito con diritto di riscatto e controriscatto: tra un anno i catalani potranno riacquistare il giocatore pagando 15 milioni, versandone di fatto 5 alla Roma, mentre tra due estati il prezzo del controriscatto scenderà a 11 milioni. Ai catalani andrebbe invece una percentuale sull’eventuale cessione dell’attaccante da parte del club giallorosso a un altro club. Bojan firmerà un quadriennale a circa 2 milioni di euro netti a stagione.

Ieri in Danimarca si è qualificato con la Spagna per la finale dell’Europeo Under 21 in programma sabato, entrando nella ripresa nel match con la Bielorussia vinto 3-1 ai supplementari. Domenica l’attaccante tornerà in Spagna e il giorno dopo Sabatini potrebbe tornare lì per chiudere l’affare con tanto di firme. È solo l’inizio. Nel blitz di Londra la Roma ha fatto passi in avanti per Clichy, terzino di 26 anni dell’Arsenal. L’intenzione è mettergli alle spalle il promettente 19enne Crescenzi, rientro dal Crotone. Occhio anche a Santon: classe ’91. Il trequartista Alvarez, 23 anni, è in arrivo dal Velez. Di anni ne ha 25, che per un portiere sono pochissimi, Viviano. «Andrebbe di corsa alla Roma» fa sapere il vicepresidente del Bologna Setti: entro domani il club emiliano deve risolvere la comproprietà con l’Inter e la Roma è pronta a inserirsi. Magari offrendo Curci, uno dei giocatori in sospeso che Sabatini da oggi a Milano dovrà riprendere o lasciare. Guberti (Samp) è pronto a rientrare, Rosi (Livorno) è in bilico, per Bertolacci dovrebbe essere esercitato il controriscatto col Lecce a 750mila euro. Intanto la Roma ha riscattato Borriello dal Milan impegnandosi a pagare dieci milioni di euro in tre rate, come da accordi. «Sono felicissimo» assicura Sabatini, ma il centravanti è destinato a partire, con il Psg in pressing. Se verrà ceduto anche Vucinic è pronto l’assalto a un grande nome: Pastore, classe ’89, è il sogno, ma occhio a Higuain che ha appena due anni in più. Prima di partire verso Milano, a Trigoria Sabatini ha incontrato Bruno Conti, poi il manager del nazionale americano Jones, scoprendo che non si svincolerà dallo Schalke: il suo contratto scade nel 2014. Ieri, infine, gli avvocati degli americani hanno iniziato a lavorare sui contratti di finanziamento inviati da Unicredit. Il «closing» è previsto a metà luglio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy