La Sensi passa la mano, tra un mese i nuovi dirigenti

di Redazione, @forzaroma

(La Repubblica – F.Ferrazza) Tante volte nelle ultime settimane lo si è annunciato, ma da ieri è davvero terminata l’era Sensi.

L’ex presidentessa si è dimessa dal Cda della Roma, insieme a tutti i consiglieri dell’ormai passata gestione (le sorelle, la mamma e la zia). Contestualmente sono stati cooptati quattro nuovi elementi, due di Unicredit, Paolo Fiorentino e Bernardo Mingrone, due degli americani, Claudio Fenucci (ex ad del Lecce), e Mauro Baldissoni (l’avvocato che fa parte dello studio Tonucci, riferimento di DiBenedetto in Italia). Prevista tra un mese l’assemblea dei soci che nominerà i nuovi (e definitivi) organi sociali. Tecnicismi che poco interessano ai tifosi, pronti a registrare le parole d’addio di Rosella Sensi (“Auguro ai nuovi enormi successi, noi saremo sempre lì a tifare”), in attesa che Sabatini stringa il cerchio su qualche concreto nome di mercato. E così passa quasi in secondo piano il giretto romano (con famiglia al seguito) di Luis Enrique, consigliato dall’amico-factotum, De La Pena, a cercare casa sulla Cassia, precisamente all’Olgiata, zona che l’ex laziale conosce bene. E poco sembra importare che Trigoria sia dalla parte opposta della città.

Il tecnico asturiano, destinato a farsi parecchi chilometri al giorno, ha poi iscritto i figli a una scuola internazionale: bocca cucita e appuntamento tra una decina di giorni, dopo un po’ vacanza. Giusto il tempo per un rapido incontro con Sabatini, per fare il punto di mercato. Sembra avvicinarsi un altro baby spagnolo, Jose Angel, terzino sinistro dello Sporting Gijon. “Gli farebbe piacere andare alla Roma- fa sapere il manager del ragazzo- ma anche il Barcellona è sulle sue tracce”.

E proprio il club blaugrana non vorrebbe vedersi sfilato sotto al naso il talento dell’Under21 spagnola, campione d’Europa insieme all’amico Bojan. A Roma è stato ieri avvistato il ds dello Sporting, Josè Amado, che chiederebbe 4 milioni per cedere il giocatore. Si vedrà. Intanto potrebbe arrivare a parametro zero Loic Nego, ventenne, terzino destro del Nantes, nato a Parigi, con genitori del Guadalupe. Partirà invece per Amsterdam tra domani e venerdì, Sabatini, in valigia nove milioni da offrire all’Ajax per Stekelenburg. Resta a guardare Viviano, che spera ancora di poter arrivare nella capitale, mentre da Firenze arriva un’ipotesi al momento non confermata: scambio Curci- Frey. Al di là dei nomi, la Roma dovrà sistemare almeno tre portieri (Doni, Julio Sergio, Curci, Lobont) ritrovandosi altrimenti in un evidente surplus. In uscita, poi, l’Inter di Gasperini sembra davvero interessata a Vucinic, ma la trattativa è complicata.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy