La Roma non si ferma

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – P.Torri) Magari ci sbaglieremo, ma crediamo di poter azzardare che, dopo gli arrivi di Bojan, Josè Angel e Lamela, saranno almeno altri quattro i nuovi acquisti della prima Roma dell’era americana.

Lo dicono chiaramente le esigenze di una rosa che al momento ha bisogno sicuramente di un portiere, un centrale difensivo, un centrocampista e, probabilmente, un secondo esterno sinistro difensivo. Senza contare eventuali cessioni che potrebbero ingrossare ulteriormente il numero dei nuovi arrivi. Walter Sabatini non ha intenzione, giustamente, di farsi prendere dalla fretta, consapevole come ci sia tempo fino al trentuno agosto per completare la sua prima Roma. Ma consapevole, pure, di come i nuovi arrivi (più Borriello) siano già costati oltre una quarantina di milioni (19 Lamela, 10 Bojan e altri dieci Borriello, 4,5 Josè Angel) a cui vanno scalati i due milioni e seicentomila euro messi a bilancio per la cessione di Riise al Fulham. C’è la necessità, anche economica, di prendere fiato e dedicarsi anche a qualche cessione per poter consentire di finanziare nuove operazioni in entrata. E in questo senso la settimana che è appena cominciata sarà decisiva per capire quali potranno essere i giocatori che saluteranno Trigoria. Bisognerà, per esempio, capire che fare con Vucinic, Borriello e Menez, tre giocatori che per diversi motivi potrebbero finire sul mercato.

In partenza potrebbe esserci anche Pizarro anche se il cileno non sembra intenzionato a salutare. E c’è poi la questione De Rossi da approfondire con grande attenzione, per il centrocampista sono tornare a suonare sirene allettanti, in particolare inglesi. La Roma, comunque, come ha già ribadito più volte, non ha nessuna intenzione di cedere il biondo di Ostia. In queste due pagine abbiamo cercato di fare il punto sul mercato che verrà di una Roma che sembra destinato a vedere ancora parecchie novità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy