La Roma ha due anni di meno

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – R.Maida) Il lifting funziona: la Roma ringiovanisce. Uno degli obiettivi della nuova società era abbassare l’età media della squadra, che nella scorsa stagio­ne era tra le più vecchie della se­rie A e la più vecchia della storia giallorossa.

I primi risultati sono molto confortanti. Con sette ope­razioni di mercato Walter Saba­tini ha già sottratto 42 anni com­plessivi all’organico, più o meno l’età di Luis Enrique, per una media di 1,9 anni in meno: la di­minuzione va dai 29,7 ai 27,8 an­ni di media.

PORTIERI –In porta, dell’antico gruppo, è rimasto solo Bog­dan Lobont, esper­to secondo. I brasi­liani Doni e Julio Sergio, due ultra­trentenni, sono an­dati via, rispettiva­mente al Liverpool e al Lecce. Al loro posto è arrivato, anzi tornato, Curci, che ha solo 26 anni e potrebbe far co­modo a Luis Enri­que nelle liste Ue­fa, essendo un prodotto del viva­io. Inoltre sta per arrivare il tito­lare Stekelenburg, che compirà 29 anni a settembre. Bilancio del reparto: -10 anni.

DIFENSORI -In difesa, tre calcia­tori se ne sono andati e tre sono arrivati. Nello scambio di para­metri zero tra Mexes e Heinze, la Roma ci ha rimesso perché Mexes ha 29 anni e Heinze 33. Sembrerebbe quindi una scelta contraddittoria. In realtà è stata casuale perché il “ risparmio” negli altri affari è incredibile. L’uscita di Loria, arrivato a finecontratto a 35 anni, è stata com­pensata dall’ingaggio di Loic Ne­go, che è nato nel 1991 e in que­sti giorni è in Colombia per il Mondiale Under 20 con la nazio­nale francese. Molto favorevole anche il saldo tra Riise, passato al Fulham, e Josè Angel, arriva­to dal Gijon: si passa dai 31 ai 22 anni. Bilancio del reparto: -20 anni.

ATTACCANTI -A centrocampo per il momento non si è mosso nulla, se si esclude il rientro di Berto­lacci dal prestito al Lecce (peral­tro, si tratta di un rientro provvi­sorio) mentre l’at­tacco è stato quasi stravolto. Ceduto Menez al Paris Saint-Germain, ceduto ormai anche Vucinic alla Ju­ventus, sono stati presi due ragazzi degli Anni Novan­ta: Bojan Krkic dal Barcellona e Erik Lamela dal River Plate. Molto van­taggioso il bilancio da un punto di vi­sta anagrafico: Vu­cinic e Menez, che pure non sono affatto vecchi (28 anni e 24), sono molto più maturi di Bojan (21) e Lamela (19), due tra i talenti più interessanti del mondo. Bilancio del reparto: -12 anni.

AVANTI -Sabatini continuerà in questa direzione, nelle prossime trattative, senza paura. Il suo motto, espresso nella conferen­za stampa in cui si è presentato a Trigoria, è significativo:«Un cal­ciatore giovane ci interessa se è forte. Non esistono calciatori gio­vani che non vanno, esistono cal­ciatori scarsi che non vanno ».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy