La Roma cambia: basta politici in tribuna

di Redazione, @forzaroma

(Italia Oggi – MF) L’As Roma si fa bella. Dalla prima partita di campionato di domenica sera all’Olimpico la Tribuna Autorità si è data un nuovo look e anche un nuovo nome: Tribuna 1927, come la data di nascita del club giallorosso. E così sono stati messi da parte politici e vip per dare spazio ad abbonati esclusivi che hanno deciso di usufruire di tutti i nuovi comfort.
La Roma è stata la prima squadra, lo scorso anno, ad avviare questo processo: stop ai biglietti omaggio, ai ministri, ai politici di vario tipo. Poi sono arrivate Pescara e Fiorentina. Da quest’anno per riservarsi un posto comodo con tanto di poltrona riscaldata e dotata di touch screen interattivo, e con uno spazio esclusivo per poter vedere da vicino anche i giocatori nel tunnel, bisogna sottoscrivere un abbonamento annuale da 8.500 euro più Iva e si avrà anche diritto ad un posto a tavola nell’esclusivo ristorante all’interno dell’area premium.

 

Nonostante il costo elevato, alla Roma sono vicini al sold out: segnale che queste nuove iniziative vengono apprezzate anche dai tifosi corporate. “Vogliamo trattare tutti i tifosi allo stesso modo:dalla curva al settore famiglie arrivando alle Autorità.

 

L’As Roma intende investire su ogni target group, ma si pone anche l’obiettivo di essere credibile e per questo non possiamo dare trattamenti diversi ai tifosi”, spiega il direttore marketing e commerciale del club, Christoph Winterling, aggiungendo come “queste iniziative rappresentino un investimento per il futuro e siano propedeutiche anche per il nuovo stadio”, che il club intende costruire a Roma nei prossimi anni.
Tornando all’Olimpico e al suo restyling: ai lati della Tribuna 1927 centrale ci sono due Tribune laterali che contengono rispettivamente 150 posti a sedere e che costano leggermente meno (l’abbonamento annuale è di 6.000 euro più Iva), sopra la Tribuna è stato invece creato uno spazio destinato soltanto ai vari sponsor della Roma, mentre sono stati allestiti i palchetti per quelle aziende che volessero investire sul club giallorosso e mandare allo stadio i propri ospiti. C’è inoltre uno spazio di circa 150 posti destinato al Coni Servizi, la società che ha investito insieme al club giallorosso nella ristrutturazione della tribuna.
Qualche novità ci sarà anche in altri settori dello stadio: verrà collocata in tutto il perimetro dell’impianto, all’interno dei cancelli, una serie di punti vendita ufficiali del merchandising As Roma.

 

Attraverso queste iniziative la Roma intende essere più moderna, più innovativa, e vuole offrire più opportunità per fare business anche alla propria clientela. “Questo è solo l’inizio – prosegue Winterling – Abbiamo una chiara strategia su quello che stiamo facendo e su dove vogliamo arrivare”. E i politici? Vedranno la partita da casa? “I politici – conclude il direttore marketing del club giallorosso – verranno invitati dal Coni, ma sicuramente in numero più limitato rispetto a prima e trattati nella stessa maniera di tutti gli altri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy