Kameni sorpassa Stekelenburg

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – C.Zucchelli) Entro venerdì la Roma avrà un nuovo portiere. Sarà una settimana durissima per Walter Sabatini che entro pochi giorni dovrà consegnare a Luis Enrique il titolare per la prossima stagione.

Stekelenburg era e resta il preferito, ma la trattativa si è arenata. E se entro stasera l’Ajax non abbasserà le richieste, la Roma virerà altrove. Una volta per tutte. E altrove significa Kameni. O magari Romero, il portiere argentino le cui quotazioni sono in rialzo in queste ultime ore. Entrambi si possono prendere con meno di 5 milioni. Almeno il doppio l’Ajax ne vuole – o vorrebbe – per Stekelenburg. Al di là delle dichiarazioni di facciata, il problema è proprio questo. Sabatini non intende svenarsi per un giocatore che tra un anno andrà in scadenza di contratto e non intende muoversi dai 7 milioni offerti agli olandesi. Ha annullato il viaggio che aveva in programma in queste ore, attende una risposta definitiva per una situazione che, per i suoi gusti, si è trascinata anche troppo a lungo. Se si farà, si dovrà fare oggi. Altrimenti la Roma non si presterà a giochi al rialzo e sceglierà un’altra soluzione. Con dispiacere di entrambe le parti: del giocatore, che da tempo ha dato il suo ok ai giallorossi, e della Roma, che considerava l’olandese la prima scelta, soprattutto dopo il parere assolutamente favorevole di Franco Tancredi. Se con Stekelenburg non si arriverà al lieto fine, il favorito è Kameni dell’Espanyol, camerunense con passaporto francese. Anzi, in questo momento sembra davvero molto vicino alla Roma. Segnalato da De La Pena e Luis Enrique, è abile a giocare con i piedi e costerebbe poco meno di tre milioni. Lui nella Capitale verrebbe di corsa, ha già avuto modo di parlare con Luis Enrique e, anche quando era in Camerun in vacanza – fino a pochi giorni fa – era in costante contatto col suo procuratore per cercare di capire se ci fossero o meno i margini per un trasferimento. Che lui considera la svolta della sua carriera.

La pensa più o meno nello stesso modo Romero, il portiere della nazionale argentina impegnato in queste settimane in Coppa America. Ha 24 anni, gioca nell’Az Alkmaar e si può prendere (anche lui) con meno di 3 milioni. Il suo gradimento al trasferimento all’operazione già c’è, aspetta notizie. Chi, invece, sembra tagliato fuori dai giochi è Sirigu. Zamparini ieri è stato categorico: «Non si muove, resterà sicuramente al Palermo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy