Intrigo Palermo: Pastore-Roma per Lamela

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport – Ediz. Sicilia) Il Palermo esce allo scoperto su Erik Lamela, nel giorno in cui Javier Pastore apre alla Roma. Strane coincidenze.

Da un lato il presidente Zamparini si aggiunge all’asta per il talento del River Plate, dall’altro l’agente del Flaco, Marcelo Simonian, strizza l’occhio al nuovo direttore sportivo dei giallorossi Walter Sabatini, artefice, due anni fa, dell’operazione che portò l’argentino a Palermo. ‘Pastore alla Roma? Tutto è possibile. Walter ha un ottimo rapporto con tutti noi – ha detto il procuratore dell’argentino -. Se questa decisione vuol dire avere soldi sarà possibile. Come vedrei Pastore in giallorosso? Benissimo, Roma è una meta straordinaria, la città, la squadra, tutto è molto attraente. Per Pastore ci vogliono 50 milioni? Il presidente Zamparini ha detto a quale prezzo intende venderlo e senza dubbio sarà quello’. Poi arrivano le parole del numero uno rosanero. ‘Il costo di Pastore è di 50 milioni – ha detto Zamparini -. Su di lui ci sono molte società, quindi credo che verrà superata. Anche il Palermo è interessato a Lamela. In questo momento non ci sono accordi ufficiali. Il Palermo guarderà l’evolversi della situazione. Credo che per Lamela ci sia un’asta e se va avanti così il calciatore resterà dov’è. Lamela è una grande promessa, ma non ha fatto ancora vedere nulla nel nostro campionato’.

Quindi, ricapitolando: il Palermo è sulle tracce di Lamela, che è nel mirino della Roma, a cui piace molto Pastore. Strane coincidenze, dicevamo, che preludono a un intrigo sull’asse Roma-Palermo. Perché se la Roma punta realmente a Pastore potrebbe avere in Lamela l’asso nella manica perfetto per centrare l’obiettivo. I giallorossi potrebbero agevolare la trattativa col River per il giovane fantasista e sedersi al tavolo col Palermo per imbastire un’operazione nella quale inserire come contropartita tecnica Lamela. Di contro, il Palermo col nuovo astro nascente argentino lenirebbe le sofferenze in ‘zona fantasia’ per la perdita di Pastore con un elemento che lo ricorda molto.

I presupposti ci sono tutti, nel concreto, però, servono molti passaggi perché quello che al momento è uno scenario suggestivo si realizzi, e non sarà semplice. Il primo punto riguarda la differenza economica tra il cartellino di Lamela (circa 15 milioni di euro) e la valutazione di Pastore, poi la concorrenza di altri club per il fantasista del River, come il Napoli che, a differenza di Roma e Palermo, disputerà la Champions League, senza dimenticare il gradimento del diretto interessato per la destinazione. Così come il grande interesse di prestigiosi club europei per il Flaco. Al momento si tratta di uno scenario in fase embrionale che potrà assumere contorni molto più definiti. Il mercato è ancora lungo, fino al 31 agosto c’è tempo.

Intanto il presidente Zamparini e Marcelo Simonian, nei prossimi giorni, faranno il punto sulle offerte per Pastore per decidere la strategia migliore per entrambe le parti. Però, se il procuratore di Pastore ha espresso così apertamente un gradimento per la Roma, significa che un contatto con i giallorossi c’è stato. Del resto, anche il nuovo ds Sabatini non ha mai fatto mistero di essere interessato a Pastore e non mollerà la presa così facilmente, anche perché presentarsi nell’universo giallorosso con un acquisto del genere sarebbe il modo migliore per avviare la sua nuova avventura nella capitale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy