Inter:c’è l’offerta per Ricky Alvarez. Viviano, idea Atletico Madrid

di Redazione, @forzaroma

(Gazzetta dello Sport – M.Della Vite) La voce è forte e sarebbe una conseguenza dei rumors di questi giorni: su Ricardo Alvarez, centrocampista offensivo del Velez Sarsfiel ci sarebbe anche la mano concreta dell’Inter: il club argentino chiede 15 milioni di euro per la cessione, l’Arsenal si sarebbe fermato a 10 mentre il club nerazzurro sarebbe arrivato a 12.

Alvarez ha 23 anni, è definito trequartista ma nel Velez parte sempre esterno, da destra o da sinistra. Mancino puro, ama gli spazi e cerca sempre la profondità e la porta: insomma, un identikit serio per il gioco che verrà di Gasperini e per la tipologia di giocatore (giovane e di indubbio talento) che il club nerazzurro ha in mente per ripartire. Cassa Il fatto è che l’Inter di oggi vuole anche fare cassa prima di buttarsi definitivamente su un giocatore in entrata: e allora è vero che resta sempre viva la voce di Wesley Sneijder cercato dal calcio inglese ((Manchester United, Manchester City ma anche Tottenham se verrà ceduto Modric), ma occhio sempre alle improvvise accelerazioni riguardo la fascia. Sistenando Maicon in direzione Real Madrid. E poi?

E poi c’è che l’Inter ha ricevuto una richiesta per Emiliano Viviano: non appena il portiere è diventato tutto del club nerazzurro, ecco che i «Colchoneros» hanno provato a inserirsi nell’interessamento fortissimo di Roma e Genoa per il vice-Buffon. Risultato? L’Inter ci pensa, anche se la volontà del giocatore sarebbe quella di restare in Italia. Gli spagnoli (che hanno visto partire De Gea e che pensano a Diego Lopez) sarebbero pronti a rilevare metà del cartellino dell’italiano. Jo c’è Intanto, a ore, Jonathan, laterale destro prelevato dal Santos, sarà a Milano: per lui, visite mediche e firma del contratto. Ribeiro, presidente del Santos, nega che tutto sia già stato fatto. Un balletto, questo, che non dovrebbe portare alcun tipo di brutte sorprese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy