Inter, Palacio e poi Vucinic

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ramazzotti) – L’Inter sta continuando a lavo­rare forte su Palacio, ma non molla Vucinic e Alvarez anche perché le possibilità che Pandev lasci Milano ci sono.

Si va dunque verso un lifting profondo del reparto avan­zato, con Gasperini che potrebbe avere al­meno un volto nuovo prima della partenza per il ritiro di Pinzolo del 10 luglio.

PALACIO VICINO -Insieme al ds Capozucca e all’ad Zarbano, ieri mattina il presidente del Genoa Preziosi è stato un’ora e mezzo nella sede nerazzurra a parlare con il dt Branca. Argomento del vertice la contro­partita tecnica necessaria a portare Palacio all’Inter. Il numero uno rossoblù vuole Pandev, ma il macedone ha fatto sapere che non accet­terà il trasferimento.« L’in­teresse dell’Inter per Pala­cio c’è- ha ammesso Prezio­si -e ne abbiamo parlato. Palacio non lo vendo per soldi perché poi non riusci­rei a sostituirlo. Per cederlo voglio Pandev che mi piace molto, altrimenti Rodrigo, il miglior fantasista d’Italia dopo Sanchez, rimarrà». Si lavora sul contratto dell’ex laziale: l’Inter sembra dispo­sta a fare uno sforzo per aiu­tare il Genoa nel pagamento dell’ingaggio (Pandev è arrivato a parametro zero e la plusvalenza sarebbe comunque interessan­te; in più ci sarebbe un risparmio sullo sti­pendio rispetto a Palacio) ma Goran per il momento non cede, preferendo valutare le piste estere. Il Genoa comunque rimane fi­ducioso riguardo alla fumata bianca.«Qua­lunque giocatore dell’Inter che deve anda­re in una squadra con altri obiettivi, inevi­tabilmente finisce per avere un po’ di ram­marico, ma io credo che sia meglio essere titolare a Genova che fare tribuna all’Inter. Penso e spero che un accordo lo trovere­mo ». Preziosi ha invece smentito un inte­ressamento rossoblù per Mariga e Viviano ( piace allo Schalke come sostituto di Ne­uer)mentre è l’Inter che finora non ha pro­vato a inserire il giovane Castaignos, ac­quistato dal Feyenoord e giudicato elemen­to di grande prospettiva. Gli agenti di Pa­lacio ieri erano all’hotel Hilton dove hanno parlato con il ds del Genoa Capozucca. Per il momento non hanno che potuto constata­re che la situazione è in stand by e hanno informato il loro assistito che, pur trovan­dosi bene a Genova, sarebbe tutt’altro cheinfelice di trasferirsi all’Inter.

VUCINIC E ALVAREZ -In caso di partenza di Pandev, in corso Vittorio Emanuele saran­no obbligati ad andare alla caccia di un al­tro attaccante esterno e il nome di Vucinic è ai primi posti della lista perché a Milano c’è la convinzione che il montenegrino alla fine farà di tutto per essere ceduto. Se così sarà, i dirigenti ne­razzurri dovranno solo indi­viduare una contropartita adeguata da inserire nel­l’operazione (Thiago Motta e Santon le ipotesi su cui lavo­rare) anche perché pare che Mirko sia tutt’altro che in­differente al fascino interi­sta. Il giallorosso è in corsa con Alvarez, il talento del Velez per il quale Moratti stravede. L’Inter lo monito­ra già da tempo ma il cam­bio di allenatore ha rallen­tato l’operazione perché l’ul­tima parola deve darla Gasperini. L’Arse­nal è in vantaggio e poi c’è anche il Mala­ga. La valutazione del giocatore è di circa 12-15 milioni. Si era sparsa la voce di una missione di Branca in Argentina per prova­re a chiudere la vicenda, ma in serata l’ipo­tesi è stata seccamente smentita. E poi c’è Lamela che in vacanza attende novità sul suo futuro. Spera in un trasferimento in Italia e i suoi agenti sono al lavoro per evi­targli di restare al River dopo la retroces­sione. Anche Passarella, il presidente del club argentino, ha ammesso che per far fronte ai debiti dovranno essere fatti pe­santi sacrifici. E Lamela potrebbe essere uno di questi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy