''Ho scelto subito la Roma sono qui per fare bene''

di Redazione, @forzaroma

(repubblica.it – F.Ferrazza) E’ il giorno di Gabriel Heinze nel ritiro romanista. Primo allenamento con la sua nuova squadra e conferenza di presentazione. “Ho scelto subito di venire alla Roma, senza bisogno che qualcuno mi convincesse, è facile accettare un club così importante”.

Il trentatreenne difensore argentino, di papà tedesco e mamma italiana (nata a Troia, paesino della Sicilia), non ama parlare troppo di sé e non vede l’ora di giocare. “Non ricordo neanche tutte le clausole del mio contratto, sono venuto solamente per lavorare, lasciandomi il passato alle spalle”. Un anno, con opzione per il secondo, se giocherà più di un certo numero di gare, per un ingaggio di circa 600mila euro, con l’aggiunta di bonus a presenza.

FEELING ARGENTINO – Avrà la maglia numero 5 e spesso farà coppia con un suo connazionale. “Conosco bene Burdisso, ci ho giocato in nazionale, sarà un piacere stare con lui, ma il mio obbiettivo principale è fare bene, poi si vedrà se riuscirò a conquistare una maglia da titolare”. Passato importante alle spalle e la giusta esperienza per ricoprire il ruolo sia di esterno, sia di centrale. “Deciderà il tecnico, io non ho problemi”. Sorride a fatica, non ama parlare o stare sotto i riflettori fuori dal campo, è il suo curriculum a dimostrarlo.


ESPERIENZA E GIOVANI –
“Il progetto romanista punta molto sui giovani, ma in una grande squadra servono tantigiocatori esperti. Ai veterani spetterà il compito di far crescere i più piccoli, il gruppo deve essere unito”.

PASSATO INGOMBRANTE –
Heinze ha indossato la maglia del Real Madrid e, ultima, quella del Marsiglia, ma è il suo passato nel Manchester United a essere tristemente noto ai romanisti. Era in campo in quel 7-1 alla squadra di Spalletti. “Vestivo quella maglia e dovevo dare il massimo, lottavo per quella squadra, ma ora gioco con la Roma e farò lo stesso. Il passato non si può cancellare. Conosco anche i tifosi giallorossi, tutto il mondo li conosce. Mi ricordo quando con il Manchester giocammo a Roma e ci furono avvenimenti poco positivi fuori dal campo, ma questa è la conferma di una grande passione che a volte sconfina”.

BOJAN –
Visite mediche in mattinata e trasferimento a Riscone. Domani primo allenamento per l’attaccante, con la Roma che ha diramato il comunicato ufficiale con gli estremi di un complesso accordo con il Barcellona. Il senso dell’operazione è così sintetizzato: “L’acquisizione a titolo definitivo a fronte di 12milioni da pagarsi tra un anno, più un diritto di opzione per il Barca da esercitarsi al termine della prossima stagione dietro versamento di 17milioni, mentre dopo due anni il riscatto sarà obbligatorio, per 13 milioni. Il contro riscatto romanista è fissato a 28milioni”. Oggi è atteso anche l’arrivo di Sabatini, mentre la squadra scenderà in campo nella seconda amichevole tra i monti della Val Pusteria (ore17) contro l’Alto Adige.

STEKELENBURG – Il portiere spinge per arrivare alla Roma. “Marteen vuole partire- ammette il team manager dell’Ajax a centrosuonosport- non ha senso tenerlo contro voglia, dopo 15 anni è giusto che voglia andare in un altro campionato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy