Friedkin si spaventa, per ora non firma con la Roma

Friedkin si spaventa, per ora non firma con la Roma

L’attesa firma per il passaggio di proprietà è slittata almeno a domani: non si escludono tempi supplementari o addirittura uno stop

di Redazione, @forzaroma

Il caos in cui sta sprofondando il calcio italiano a causa delle misure di contenimento del Coronavirus colpisce anche una delle trattative del momento, lo scrive Milano Finanza. L‘attesa firma per il passaggio di proprietà del controllo dell’AS Roma Calcio è slittata almeno a domani, rispetto alla tempistica prevista tra lunedì e martedì ma non si escludono tempi supplementari o addirittura uno stop.

I motivi sono presto detti. Anche se la due diligence è tecnicamente conclusa, gli allarmi sull’epidemia del Covid-19 in Italia hanno per il momento bloccato il signing finale tra il proprietario uscente, James Pallotta e quello entrante, Dan Friedkin. Al tema dell’allarme virus, che evidentemente non è considerato insormontabile, si aggiunge però quello delle difficoltà in borsa del titolo Roma (ieri -0,5% in borsa), che ha vissuto giornate non facili dopo la semestrale in profondo rosso e la confusione generale che si è scatenata sulla regolarità del campionato, dopo il rinvio della partita di cartello Juventus-Inter. Così Friedkin ha preferito soprassedere per il momento magari anche pensando ad un ulteriore sconto sul prezzo dell’intera operazione che si aggira sui 700 milioni di dollari, debiti compresi.

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy