È la settimana delle comproprietà Per Viviano è una corsa a tre

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero) Emiliano Viviano sta per conoscere il suo futuro, gli basterà aspettare venerdì, ovvero l’ultimo giorno utile per chiudere la prima fase del mercato, quella delle compartecipazioni.

Si capirà se Inter e Bologna troveranno un accordo sul destino del portiere, per ora a metà tra le due società. C’è la possibilità che si vada alle buste, visto che fin ora un punto d’incontro non è stato trovato. La Roma è alla finestra, spera che lo riscatti il Bologna, da dove Emiliano vuole comunque andare via. La Roma può coprire la metà del cartellino, con cinque o sei milioni di euro, se lo riscattasse l’Inter tutto si complicherebbe.
La Roma aspetta e non molla la pista Stekelenburg. Già da tempo c’è il sì dell’olandese, il problema è il costo del cartellino, al momento troppo alto per la Roma, che sta cercando di trovare una sistemazione in Inghilterra a Doni e Julio Sergio. «La Roma è una società molto seria e può diventare la sua prima scelta. Costa venti milioni? Non è una cifra reale», il punto della situazione di Robert Jansen, procuratore di Stekelenburg.
Sabatini in questa settimana deve risolvere pure le questioni legate agli altri giocatori in compartecipazione, su tutti Curci, Guberti e Rosi. Il portiere va verso il rinnovo della comproprietà con la Sampdoria. Quanto a Rosi e Guberti, invece, verranno riscattati e girati altrove, Genoa e Torino, probabilmente.
In questi giorni si sta definendo il programma del ritiro di Riscone. Partenza il 15 luglio, ritorno il 26. Il 17 amichevole con una selezione locale, il 19 festa dei tifosi in Piazza Municipio a Brunico con presentazione della squadra, il 23 seconda amichevole con avversario ancora da definire, il 26 luglio triangolare a Innsbruck (avversari e orari ancora da definire). Il 16 luglio, in occasione del suo “Hard Knocks Tour 2011, Joe Cocker farà tappa a Brunico in Piazza del Municipio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy