Ciao Riise: giocherà al Fulham

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Valeri) – Bye bye John. L’avventura a Roma di Riise, Thunderbolt per amici e tifosi, si è conclusa. Il terzino sinistro norvegese, 31 anni, è stato ceduto al Fulham per una cifra vicina ai 2 milioni e 600 mila euro.

Che le strade del rosso difensore scandinavo e del club di Trigoria si sarebbero separate era nell’aria, poiché Luis Enrique punta forte sullo spagnolo Josè Angel Valdes. Ma anche perché la nuova società, in virtù del fair play finanziario, ha deciso di ridurre in maniera sostanziale il monte ingaggi e quello di Riise, anche se non pazzesco (2 milioni e 800 mila euro lordi) era uno dei più sostanziosi, soprattutto se messo a confronto con quello che, presumibilmente a breve, verrà sottoposto per la firma all’asturiano ex Sporting Gijòn, nove anni più giovane dell’omologo norvegese. Un vero colpo – anche se ancora non ufficiale – per la dirigenza capitolina che, calcolando gli ammortamenti, ha realizzato una plusvalenza di quasi 1 milione e mezzo di euro. Niente male, di questi tempi. A Londra, agli ordini del nuovo tecnico Martin Jol, John Aarne Riise riabbraccerà il fratello minore Bjorn Helge, esterno destro di centrocampo, affrontato da avversario con la maglia giallorosso durante l’Europa League del 2009/2010. Il ritorno in Gran Bretagna sembra la soluzione più adatta per il terzino, che proprio in Premier League aveva vissuto i suoi anni migliori con oltre 200 presenze e 21 reti in 7 stagioni, durante le quali ha alzato una Champions, due Supercoppe Europee, due Community Shield, una Coppa di Lega e una Coppa d’Inghilterra. A Roma arrivò il 18 giugno del 2008, per 5 milioni di euro e un contratto di quattro anni, in scadenza il 30 giugno 2012. L’operazione con il Fulham è andata a buon fine anche grazie alla mediazione dell’agente Fifa italo-australiano Frank Trimboli, lo stesso che oltre a portare lo stesso Riise in giallorosso tre anni fa, collaborò alla cessione di Alberto Aquilani al Liverpool un anno dopo e al prestito di Vincenzo Montella sempre al piccolo club di Mohamed Al-Fayed. In tre anni di Roma, Riise ha vestito la maglia giallorossa in 137 occasioni tra serie A e coppe, siglando 12 gol, ma senza alzare alcun trofeo: il norvegese, infatti, ha disputato tre finali (due di Supercoppa e una di Coppa Italia), tutte perse. La sua cessione, oltre a rappresentare un risparmio economico per le casse della società, indica la volontà di Sabatini e Luis Enrique di puntare su Valdes e, presumibilmente, su un’alternativa che – oltre a Crescenzi, di ritorno dal Crotone in B – potrebbe presto palesarsi. Emiliano Insua del Liverpool? Staremo a vedere: «Per ora è tutto in stand by – ha dichiarato a Tuttomercatoweb. it il suo agente Solomon – , abbiamo parlato con Sabatini ma non ci sono novità. Il prezzo? Non saprei, dipende dagli inglesi». Insua in passato è stato vicinissimo a Fiorentina e Genoa, ma le sue richieste d’ingaggio frenarono le trattative. Il mercato, comunque, è ancora lungo; sfumato Gael Clichy le opzioni fortunatamente non mancano, e dopo che il ds romanista avrà condotto in porto le prime trattative in entrata (Lamela, Bojan, Valdes e Stekelenburg), potrà concentrarsi anche su questo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy