Champions, è una sfida capitale

di Redazione, @forzaroma

(D-News – V.Nasetti) La Roma è pronta per il triplo salto mortale in chiave Champions: Lazio, Udinese e Napoli da scavalcare.

Oggi le due sconfitte nei derby fanno la differenza in classifica. Tuttavia, proprio il ko contro i biancocelesti si è rivelato utile a Luis Enrique per modificare gli schemi difensivi: Taddei o Rosi sulla destra ora spingono con maggiore cautela, a sinistra José Angel rimane basso, i due centrali si allargano di meno e De Rossi arretra come terzo difensore. Questa Roma più accorta è riuscita a vincere due gare di fila per 1-0 con Palermo e Genoa. Quanto basta per rimettersi in corsa.

Il prossimo impegno la vedrà di fronte sabato il Milan capolista. A San Siro torneranno disponibili Totti e Pjanic, poi gli scontri con Novara e Lecce, quindi il poker di partite terribili: in casa con Udinese e Fiorentina, poi la Juve a Torino e il Napoli all’Olimpico, in un turno cruciale per la corsa Champions. In contemporanea si giocherà Udinese-Lazio.

I giallorossi sulla carta hanno il calendario peggiore: è l’unica del lotto ad incrociare le due contendenti per lo scudetto, oltretutto in trasferta, in compenso ospiterà le rivali Udinese e Napoli (ora distanti tre punti) e giocherà l’ultima di campionato contro un Cesena già spacciato. Il dg Franco Baldini si toglie qualche sassolino: «Quest’anno abbiamo puntato sui ragazzi. Ci saremmo aspettati più comprensione dai media e dalle istituzioni, invece è stato più forte il supporto dei nostri tifosi».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy