C'è Silvestre dopo Heinze

di Redazione, @forzaroma

(Il Tempo) Per Heinze basta una telefonata, per Silvestre anche parecchi soldi.

Ma oggi la Roma potrebbe avvicinarsi all’altro centrale argentino dopo aver bloccato l’ex Marsiglia in arrivo a parametro zero. Il procuratore di Silvestre, l’argentino Costantino, ha in programma un appuntamento a Milano con l’ad del Catania Lo Monaco per sbloccare la situazione: la Roma non vorrebbe pagare il difensore più di 6-7 milioni e può contare sulla voglia del giocatore di trasferirsi a Trigoria. Resta in piedi anche la pista Kjaer. Intanto Kameni è a Barcellona in attesa di un segnale per imbarcarsi sul primo volo verso la Capitale e spostarsi poi in ritiro con i nuovi compagni: l’Espanyol incassera circa un milione e settecentomila euro. Ieri Josè Angel ha firmato un quinquennale con ingaggio a salire da 700mila euro a un milione, più premi. Raggiungerà i compagni in ritiro la settimana prossima.

Così come Sabatini (all’inizio ci saranno solo Tempestilli e Scaglia), che ora deve risolvere un caso scoppiato attorno all’attaccante argentino Martinuccio. Il Palmeiras l’ha acquistato dal Penarol eminaccia di rivolgersi alla Fifa per bloccare la manovra di disturbo della Roma che avrebbe offerto, secondo il presidente del club brasiliano Tirone, un ingaggio più alto al giocatore. «Ha già firmato un triennale con noi».

Da Barcellona filtra il malumore di Bojan: il club catalano non lo vuole liberare prima di acquistare Sanchez mentre lo spagnolo sperava di raggiungere subito Luis Enrique. Questione di giorni. Si sblocca il mercato in uscita: Guberti va al Torino, sabato Barusso dovrebbe rescindere il contratto. Chiusura col «mercato» dei dirigenti: l’ex ds Pradè sta pensando alle dimissioni. Ale. Aus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy