Camiglieri: «Basta col gioco al massacro»

di finconsadmin

(Il Romanista – D.Galli) – «È una vergogna. Basta con il gioco di infangare. Se qualcuno pensa di poter attaccare la Roma in questo momento di transizione, ritenendola più debole, si sbaglia di grosso».

Tullio Camiglieri è visibilmente infastidito – eufemismo – dal bailamme sollevato dagli interrogatori in corso alla Procura di Cremona. È il presidente di Open Gate Italia. È l’uomo scelto da DiBenedetto per curare l’immagine della cordata americana, ma anche quella della Roma a stelle e strisce. Un’immagine che qualcuno sta tentando di deturpare. «Giù le mani dalla Roma e dal suo Capitano», avverte l’ex capo delle relazioni esterne di Sky. «È una vergogna», dice a Il Romanista.

Che ne pensa, Camiglieri? Totale millanteria. Non si può pensare, però, di attaccare impunemente una società quotata in Borsa. Se bisogna portare avanti un lavoro che tuteli trasparenza e legalità, si proceda pure. Ma che questo avvenga sulla base di criteri oggettivi, che affondino le radici nello Stato di diritto. È troppo facile lanciare schizzi di fango verso chiunque capiti a tiro. Adesso è finito nel mirino Totti. Ma nelle intercettazioni non c’è nulla. Mi viene da ridere quando leggo del “capitano della giallorossa”. Mettiamo in fila tutte le squadre tra A, B e Lega Pro che indossano la maglia giallorossa e poi vediamo… Dico stop al gioco al massacro. Si parli solo di cose concrete. Sennò è meglio restare zitti.

I tifosi della Roma hanno tempestato di mail alcuni giornali, come “La Repubblica”. È stata contestata soprattutto la titolazione, che sembrava coinvolgere Totti più di quanto fosse spiegato nell’articolo. Sicuramente, in queste situazioni ci vuole equilibrio e senso di responsabilità da parte dei colleghi. E’ necessario che quando si fanno sui giornali nomi e cognomi, si faccia riferimento ad atti o fatti precisi. Mentre in questo caso, ripetiamo, siamo di fronte solo a delle millanterie.

Come sta vivendo la situazione Thomas DiBenedetto? Sfoglia i quotidiani, legge le agenzie, si informa. Si sta facendo in piena autonomia un’opinione su questa vicenda. La futura proprietà la monitora con particolare attenzione, anche per il momento delicato che sta attraversando la società. L’As Roma, glielo posso assicurare, sarà sempre tutelata.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy