Bojan parla da romanista «Il gioco offensivo di Luis Enrique mi esalta»

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero) «Ancora non posso dire apertamente di essere giallorosso solo perché manca la firma. Conosco Totti e De Rossi, la Roma è una grande squadra e Luis Enrique fa giocare un calcio offensivo proprio come piace a me».

Il piccolo centravanti del grande Barça di Guardiola rispetta solo le consegne del club catalano che presto annuncerà il trasferimento. Bojan Krkic, 21 anni il 26 agosto, non è solo il primo colpo di DiBenedetto. E’ anche il primo giovane della squadra di Luis Enrique che dovrà essere assemblata con ragazzi di prospettiva e comunque affamati, secondo un principio già chiarito dal tecnico asturiano in perfetta sintonia con la proprietà statunitense. Bojan prendiamolo come apripista. Perché altri potrebbero arrivare. Krkic è stato indicato da Luis Enrique. Che di nomi ne ha fatti altri. Come l’incedibile Thiago Alcantara («Per me c’è solo il Barcellona» ha ribadito ieri), 20 anni, centrocampista brasiliano del Barça con passaporto spagnolo e figlio di Mazinho, l’ex giocatore del Lecce (il ragazzo è nato in Puglia a San Pietro Vernotico). E come il terzino destro Martin Montoya, 20 anni, altro protagonista del successo della Spagna Under 21 di Milla, campione d’Europa sabato sera ad Aarhaus in Danimarca, e punto di forza del Barcellona B.

Ma il club catalano, ceduto Bojan, si tiene invece stretti i due, considerati gli eredi rispettivamente di Xavi e Dani Alves. Dopo il no per Montoya, ecco la virata sull’ennesimo Under 21: confermato l’interesse per Jose Angel Valdés, 22 anni a settembre, mancino dello Sporting Gijon. Piace a Luis Enrique, ma anche al Barcellona. La proposta, probabilmente inutile, della Roma è di lasciarlo a Guardiola per avere Montoya. Dalla Francia è in arrivo Loic Nego, 20 anni, terzino destro del Nantes e della nazionale francese Under 20, in scadenza di contratto: preso a costo zero, sarà valutato da Luis Enrique durante la stagione, cominciando dal ritiro. Sabatini non insisterà per il kosovaro Xherdan Shaqiri, 19 anni, centrocampista offensivo del Basilea che ha dato spettacolo sabato sera con la Svizzera Under 21 nella finale persa proprio contro gli spagnoli.

Anche Marco Verratti, 19 anni a novembre, centrocampista del Pescara: trattativa in corso per la comproprietà. Tornando a Bojan, in panchina contro la Svizzera, è atteso a Roma per la firma (Sabatini ha trovato lunedì scorso l’accordo con il papà e con il suo manager). Il centravanti ammette: «Non ero in un gran momento, ma va bene così, anche se avrei voluto un ruolo più importante: sono felice per il titolo vinto». Intanto questa mattina a Fiumicino sbarcherà Luis Enrique.

S.C.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy