Bojan non vede l'ora: “Sarà un mix vincente”

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – A.Angeloni) Il futuro è adesso. Saranno due, forse tre gli anni in cui Bojan Krkic vestirà la maglia della Roma, ma poco importa.

«Voglio essere chiaro con i tifosi: io sono qui perché volevo essere qui e non ho posto alcuna clausola», le parole dello spagnolo, presentato nel fresco di Riscone di Brunico, appena dopo il suo primo allenamento. «Sono alla Roma da pochissimo, ma già mi trovo bene». Bojan ha scelto il numero di maglia, il 14. «Una casacca prestigiosa, indossata da Cruijff e dal mio amico Henry. Il mio ruolo? Centravanti e esterno». Maglia e ruoli a parte, l’intento dello spagnolo è di lasciare il segno. «E’ stato determinante Luis Enrique, lui mi ha voluto. Per me è uno stimolo e motivo di orgoglio godere della fiducia di un tecnico che è stato un grande calciatore del Barça. Il mio rapporto con Guardiola? Non voglio fare polemiche, fa parte del passato. Il progetto Roma? Lo trovo stimolante. Sarà sicuramente una squadra competitiva, con il giusto mix di giovani e veterani, tutti insieme cercheremo di costruire una squadra che possa soddisfare i tifosi. Per me è importante giocare, me lo hanno detto anche a Barcellona. Qui potrò farlo, con campioni come Totti e De Rossi».

Come a dire: sono venuto per giocare, sennò me ne stavo a Barcellona. Infine il chiarimento. «Nel cellulare non ho la foto della Sud, ma alcuni video dei tifosi della Roma durante i derby. Ho visto, non vedo l’ora di giocarlo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy