Bojan come Eto’o e Ibra

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Valeri) – La Spagna Under 21 ha conquistato la finale dell’Europeo di categoria che si svolge in Danimarca, battendo in rimonta 3 – 1 la Bielorussia. Domenica ad Aarhus, ore 20.45 (arbitra Tagliavento), le Furie Rosse di Millà si troveranno di fronte la Svizzera dell’altro nascente Xherdan Shaqiri.

Ma da Roma, gli occhi sono puntati tutti su Bojan Krkic Pèrez, primo acquisto dell’era DiBenedetto, che ha ottime chances di partire da titolare nel match decisivo. Nella semifinale contro i pari età dell’Est, l’ex Barcellona è subentrato al compagno Alvaro Dominguez a 13 minuti dalla fine del tempo regolamentare, avendo così la possibilità di disputare i supplementari. Una buonissima prestazione, quella dell’attaccante catalano, che ha così commentato il giorno dopo la vittoria: «Sono molto contento di quanto ho fatto – ha spiegato a Mundodeportivo.com – , il calcio ha reso giustizia. Ho giocato bene sia in attacco che in fase difensiva. Adesso che abbiamo raggiunto il primo obiettivo, ossia la qualificazione alle Olimpiadi, vogliamo vincere il torneo». Finalmente parole di gioia per il giocatore di origini serbe, che alla fine del campionato con il Barca si era detto deluso per l’annata: «Ho giocato pochi minuti – disse – e non sono andato spesso in gol, anzi. Ho solo 20 anni e tanto tempo per recuperare, è chiaro che non sono felice di rimanere fuori». Parole che diedero il “la” a una sua cessione, avallata da Pep Guardiola. Chissà che contro la Svizzera, vera rivelazione del campionato europeo con 4 vittorie e nessun gol subito, il selezionatore spagnolo non decida di premiare Bojan per l’intensità mostrata al suo ingresso in campo contro gli elvetici, con tanto di gol sfiorato al 92’: solo una leggera deviazione del portiere e il palo hanno impedito al ventenne di festeggiare l’accesso in finale con mezz’ora di anticipo. In Spagna, da diversi giorni, parlano di lui con grande interesse: il suo trasferimento alla Roma viene dato per fatto già da più di 48 ore, e subito su Mundodeportivo. com è comparso un articolo che mette a confronto il destino di Bojan con quello di illustri colleghi ed ex compagni in blaugrana quali Zlatan Ibrahimovic e Samuel Eto’o. Tutti e tre hanno vestito la maglia numero 9 agli ordini di Pep Guardiola, tutti e tre hanno cercato – o lo stanno per fare – gloria altrove, ma solo il camerunense è riuscito prima a lasciare una pesante impronta a suon di gol. Bojan probabilmente la settimana prossima saluterà i tifosi catalani con una conferenza stampa. Tornando all’Europeo Under 21, i bookmakers danno per favorita la formazione iberica: Agipronews, infatti, segnala la vittoria delle Furie Rosse a 1,60, quella degli svizzeri addirittura a 5.50, mentre un pari nei tempi regolamentari paga 3,50 la posta. Lo scontro tra le due formazioni metterà di fronte due modi non eccessivamente diversi di fare calcio: passaggi veloci, freschezza agonistica, mentalità offensiva. Spagna e Svizzera assicurano spettacolo e forniscono spunti più che interessanti a tutti gli appassionati di calcio e soprattutto agli addetti ai lavori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy