Bojan a Riscone, oggi s’allena e poi parla alla stampa

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – C.Zucchelli) Il traffico gli ha impedito di raggiungere i compagni per l’ora di cena. Ma da ieri sera Bojan Krkic è a Riscone per iniziare ufficialmente la sua avventura romanista.

Oggi il primo allenamento con i compagni – alle 10 – poi, subito dopo, la conferenza stampa di presentazione. Ieri la giornata del campioncino spagnolo è stata lunga e impegnativa: la mattina è stato per tre ore al Gemelli per sostenere tutte le visite mediche, poi ha preso un aereo per Verona dove è stato prelevato da un’auto della società. Da lì è partito in direzione Riscone, dove è arrivato alle 21.10 sotto il diluvio. Stanco, ma sorridente. E soprattutto pronto per questo capitolo della sua nuova vita: «Sono felice – ha detto – e ho già in mente il numero di maglia, però prima devo parlarne con i compagni». Vorrebbe il 9, che è però sulle spalle di Mirko Vucinic, ma potrebbe prendere l’8. Oggi il mistero si svelerà. Intanto, dopo il Barcellona, anche la Roma ha ufficialmente comunicato che la trattativa è andata a buon fine: «L’A.S. Roma S.p.A. rende noto di aver sottoscritto con il Barcellona FC il contratto per l’acquisizione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Bojan Krkic Perez, a fronte di un corrispettivo di 12 milioni di euro, da pagarsi il 1 luglio 2013».

La nota della società giallorossa è ricca di precisazioni relative a questo trasferimento. «Nell’ambito degli accordi raggiunti – è scritto nel comunicato – è prevista la concessione in esclusiva in favore del Barcellona di un diritto di opzione per il riacquisto dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore, da esercitarsi al termine della stagione sportiva 2011/2012 o 2012/2013, con effetti a decorrere dalla stagione sportiva successiva, a fronte del riconoscimento in favore di A.S. Roma di un corrispettivo rispettivamente pari a 17 e a 13 milioni di euro, da pagarsi in due rate di pari ammontare, al 31 gennaio e al 31 maggio 2014, previa compensazione del relativo credito. Tale opzione di riacquisto assume carattere obbligatorio per il Barcellona – viene precisato ancora dalla Roma – per la seconda stagione sportiva». La conclusione è che «atteso tale carattere obbligatorio, è prevista la concessione da parte del Barcellona in favore di A.S. Roma di un diritto di contro opzione per mantenere la titolarità dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore, da esercitarsi entro il 20 giugno 2013, a fronte del riconoscimento di un ulteriore corrispettivo di 28 milioni di euro, da pagarsi in tre rate di pari ammontare, al 1 luglio 2013, al 31 gennaio 2014 e al 31 luglio 2014». Quanto al calciatore, ed al contratto che ha firmato, «è stato raggiunto un accordo di durata quadriennale, con effetti a decorrere dalla data di sottoscrizione e scadenza al 30 giugno 2015, che prevede il riconoscimento di un emolumento fisso, pari a 3,2 milioni di euro lordi, per le stagioni sportive 2011/2012 e 2012/2013, e di 6,3 milioni di euro lordi, per le stagioni sportive 2013/2014 e 2014/2015, oltre a premi individuali al raggiungimento di prefissati obiettivi sportivi». Più ne raggiungerà, più guadagnerà. E sarà – si spera – la fortuna sua e della Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy