Assalto a De Rossi

di Redazione, @forzaroma

(Leggo – F.Balzani) Il giallo De Rossi si colora di Blues. Il Chelsea infatti sta per piombare sul centrocampista che ancora non ha trovato l’accordo con la Roma per il rinnovo del contratto (in scadenza nel 2012).

Abramovich vuole accontentare le richieste del nuovo allenatore Villas Boas (costato la bellezza di 15 milioni) che avrebbe messo De Rossi in cima alla lista dei suoi desideri. Il Chelsea, così come Real e City, aveva atteso finora l’evoluzione della vicenda tra il centrocampista e la Roma, ma il grave infortunio occorso a Essien (che avrebbe riportato la rottura del legamento crociato del ginocchio) ha convinto i Blues a sferrare l’offensiva: 35 milioni alla Roma e 6,5 a stagione a De Rossi che preferirebbe Londra a Madrid. Un’offerta che a Trigoria sarebbe quanto meno valutata. Sabatini meno di una settimana fa aveva dichiarato De Rossi incedibile, senza nascondere però le difficoltà legate al suo rinnovo. De Rossi vorrebbe infatti un contratto alla Totti: 5 milioni a stagione per cinque anni. La nuova Roma però, pur considerando De Rossi un top player, deve fare i conti con il fair play finanziario e offre 4 milioni. Due e mezzo in meno del Chelsea. Forse troppo, anche per uno come De Rossi che non ha mai nascosto la voglia di restare a Roma. Nella prima riunione alla quale ha partecipato l’ad Claudio Fenucci si è parlato anche di De Rossi e della necessità di abbassare il monte ingaggi, che nella passata stagione sfiorava i cento milioni.

Inoltre i soldi ricavati dalla cessione di De Rossi raddoppierebbero il budget a disposizione di Sabatini che a quel punto potrebbe decidere di tenere Vucinic (portando lo stipendio del montenegrino a 3 milioni) per poi preparare il botto di mercato: Pastore (che potrebbe essere acquistato a prescindere girando Lamela al Palermo), Higuain o addirittura El Kun Aguero, il desiderio segreto di Luis Enrique. Se ne saprà di più nel corso della settimana, quando Sabatini incontrerà l’agente Sergio Berti per conoscere le intenzioni del suo assistito. Entro venerdì si saprà anche il nome del prossimo portiere: Stekelenburg è in pole, ma nelle ultime ore sono salite le quotazioni di Kameni (Espanyol) e del palermitano Sirigu.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy