Alvarez e la cantera di Sabatini

di Redazione, @forzaroma

(Leggo – F.Maccheroni) Dopo quella del Barcellona, abbiamo scoperto anche la cantera del calcio mercato.

Questa non ha mura, né sede sociale. Ha soltanto una faccia, ormai celebre, quella di Walter Sabatini. In questi giorni abbiamo imparato che al calcio italiano basta la sua parola. E così pensiamo alla cantera, che significa cava, luogo dal quale si estrae materiale (in questo caso sportivo). Ma se scriviamo della cantera di Luis Enrique, ci viene il maiuscolo, Cantera. Guai a fare paragoni con Alberto De Rossi, campione d’Italia con la Primavera romanista. Così oggi merita titoli cubitali Lamela, o l’Inter che si «avventa» su Ricardo Gabriel Alvarez, che un genio ha soprannominato Ricky.

Alvarez ha 23 anni e per ora (a parte il Clausura, che non è un ordine monastico, ma il campionato argentino) ha vinto soprattutto un terno al lotto quando Sabatini lo ha bloccato per 8 milioni. Purtroppo per il diesse, nella nuova Roma americana fino a qualche giorno fa non c’era la possibilità di arrivare a una firma e così, mentre tutti davano per fatto l’affare, si è «avventata» l’Inter, offrendo più soldi. A Sabatini resta la sua Cantera, con un portafoglio ricco (per ora) di presunti campioni e di sogni di mezza estate per mezza serie A.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy