Terzino, ora spunta Bereszynski

Monchi non molla Darmian ma guarda anche al difensore polacco della Sampdoria

di Redazione, @forzaroma

Main sponsor, stadio ma soprattutto mercato. La tre giorni di summit londinese è iniziata ieri, ma il momento clou arriverà domani quando nella capitale inglese sbarcheranno Monchi e Pallotta.

C’è nuova aria di rivoluzione e i primi movimenti potrebbero avvenire già questo mese. Il ds ha messo nella lista 3 innesti: un terzino, un regista e un esterno alto. Pallotta ribadirà che si comprerà solo coi soldi delle cessioni. Difficile quindi che Monchi possa accontentare Di Francesco in tutto e per tutto già nel mercato invernale. Un acquisto obbligatorio va fatto sulla destra. Tutto dipende dalla cessione di Bruno Peres al Benfica che ha offerto 9 milioni con la formula del prestito con diritto di riscatto.

La Roma pretende l’obbligo proprio per essere sicura di mettere a bilancio una piccola somma che permetterebbe a Monchi di andare alla caccia di un terzino che possa sostituire l’infortunato Karsdorp e possa riportare Florenzi in attacco. I fari sono puntati su Darmian dello United, ma nelle ultime ore si sono intensificati i contatti con la Samp per il 25enne Bereszynski.

Dopo l’affare Schick (per ora più affare per Ferrero che per Pallotta) i rapporti tra i due club sono ottimi e riguardano pure il mercato estivo con un nome che a Trigoria piace da mesi: Torreira. Il regista uruguaiano, fortemente corteggiato dall’Atletico Madrid, viene valutato 40 milioni. Su per giù gli stessi soldi che occorrono per strappare Barella al Cagliari. Visto l’assioma “compro quanto vendo”, c’è da mettere in conto una cessione illustre che dovrebbe riguardare Strootman richiesto da Liverpool e Marsiglia. Possibile pure la partenza di Emerson, direzione Juve.

Intanto si segnala un nuovo acquisto ai piani dirigenziali: Enrique García Clavijo, ex Barcellona, che sarà il responsabile del business ticketing.

(F.Balzani)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. romaugusta - 3 anni fa

    A tutti tranne che ai rubentini.Se devono proprio venderlo tenessero in conto la bile che faranno i tifosi giallorossi e la spaccatura sempre più profonda tra club e base-

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy