Roma-Parma,cercasi data

di finconsadmin

(Leggo – F.Balzani) Sospesi e felici. C’è voluta la pioggia incessante che questi giorni sta martoriando la capitale per fermare la Roma di Garcia che comunque mantiene intatto il distacco su Napoli e Fiorentina evitando anche di sprecare forze in vista della semifinale di coppa Italia di mercoledì contro i partenopei. La gara con il Parma, infat- ti, è durata esattamente 8 minuti e 20 secondi prima che l’arbitro De Marco sospendesse la partita per impraticabili- tà di campo. Si era visto sin da subito come i teloni posti (tardivamente) a copertura del prato dell’Olimpico non avessero retto nonostante l’ottimismo degli addetti ai lavori.

 

De Marco, dopo un breve consulto con Totti (ieri 550? gara in serie A) e Lucarelli, ha comunque fischiato l’inizio. Sono bastati un paio di svarioni per scatenare le lamentele dei giocatori, soprattutto di quelli giallorossi. «Non è possibile giocare, questo non è cal- cio», ha urlato più volte Garcia, a cui hanno fatto eco Cassano («Qui rischiamo di farci male tutti») e De Sanctis («Non mi gioco lo scu- detto su una pozzanghera»).

 

All’ottavo minuto quindi De Marco ha di- sposto la sospensione. Oggi la Lega dovrebbe decidere la data. Probabilmente, bisognerà aspettare il 9 aprile. Impossibile a febbraio: il 5 e il 12 febbraio c’è la coppa Italia, il 20 la Lazio gioca in casa con il Ludogorets, mentre la settimana dopo (26 febbraio) il Parma gioca a Firenze due giorni prima. Difficile a marzo: il 5 c’è Spagna-Italia mentre il 13 la Lazio potrebbe giocare gli ottavi di Europa League all’Olimpico. Sarebbe impossibile anche la settimana successiva, perché lunedì 17 c’è Roma-Udinese, posticipata a lunedì per Italia-Inghilterra di rugby. A quel punto potrebbe giocarsi il 2 aprile, sempre se la Lazio non si sarà qualificata ai quarti.

 

Insomma un bel pasticcio. «L’Olimpico è intasato d’impegni – ha confermato il dg Baldissoni – Ma non si poteva proprio giocare. L’impraticabilità del campo era evidente». Gli fa eco l’ad parmense Leonardi: «Giusto sospenderla sia per lo spettacolo sia per l’incolumità dei giocatori. Dispiace per i tifosi». La Roma comunque sorride: oltre a riposare per la semifinale di coppa Italia è stata scaricata infatti la squalifica di Nainggolan (se la gara non fosse iniziata il belga avrebbe saltato la Lazio) inoltre sono state evitate squalifiche in vista del derby. Infine la Roma: i biglietti possono essere rimborsati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy