Perotti: “In Nazionale grazie a Di Francesco”

L’argentino: “Se restava Spalletti sarei andato via. Ho giocato con Totti,Messi e Riquelme: non ho più nulla da chiedere”

di Redazione, @forzaroma

Prima la buona notizia (gli esami hanno escluso lesioni muscolari), poi la partenza per l’Inghilterra dove l’Argentina è in ritiro per affrontare le amichevoli contro Italia (23 marzo Etihad Stadium di Manchester) e Spagna (27 marzo stadio Wanda Metropolitano di Madrid). È stato un gran bel lunedì, come riporta Leggo, per Diego Perotti, le cui condizioni saranno comunque monitorate. L’attaccante ha ritrovato la Nazionale a pochi mesi dal Mondiale e ci tiene a ringraziare Di Francesco. “Se restava Spalletti sarei andato via. DiFra mi ha fatto cambiare il modo di giocare, chiedendomi di non essere sempre incollato alla linea laterale, ma cercare la palla tra le linee e in profondità. Lui, oltre al “Gato” Daniele e Gasperini sono fra i tre allenatori più importanti che ho avuto nella mia carriera”, ha detto al quotidiano argentino “Clarìn”. Poi sulla stagione in giallorosso: “Ci pentiamo di non poter competere per lo scudetto. Ho giocato con Totti, Messi e Riquelme: non ho più nulla da chiedere al calcio”.

(F.Balzani)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy