Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Leggo

Nella neve di Sofia la Roma vince 3-2 e Mou è primo nel girone

Getty Images

Il Bodo pareggia 1-1 ed i giallorossi effettuano il sorpasso decisivo per accedere direttamente agli ottavi

Redazione

Un bel regalo di Natale, con quindici giorni di anticipo, scrive Francesco Balzani su Leggo. La Roma vince il girone di Conference ed evita i temuti sedicesimi di finale a febbraio grazie alla piccola impresa dello Zorya che pareggia col Bodo e permette quindi a Mourinho di volare in testa e di accedere direttamente agli ottavi. Una sorpresa inaspettata. Non lo è stata invece la vittoria della Roma sul ghiacciato campo del Cska Sofia. I giallorossi si sono portati in vantaggio per 2-0 in un quarto d'ora grazie ai gol di Abraham e del ritrovato Mayoral (di tacco) impiegato finalmente da Mou al fianco dell'inglese. Poi il ritmo è diventato da amichevole e nella ripresa è arrivato il tris sempre di Abraham bravo a iniziare e chiudere uno scambio con Karsdorp. A quel punto cervello e orecchie erano in Ucraina. Tranne quelle del Cska che ha sfruttato le dormite della Roma trovando due gol in un finale rocambolesco che ha visto anche l'infortunio di Zaniolo subentrato sul risultato di 0-3 su un campo disastrato. Per Nicolò (squalificato con lo Spezia) si teme una lesione all'adduttore. Mourinho a fine gara non nasconde il malumore per il finale che poteva rendere inutile il pareggio del Bodo: "Non possiamo farci questi problemi. Non si può vincere 3-0 e in controllo per poi perdere palla per comportamenti naif. I gol presi sono inaccettabili. Sono felice perché abbiamo vinto il girone, ma non è possibile prendere 2 gol sul 3-0. Una delle poche cose che mi è piaciuta è Mayoral e non solo per il gol. Il primo posto? Non abbiamo la rosa per tre competizioni. Non giocare due partite in più è importante, anzi fondamentale. Siamo stati fortunati".