Nainggolan-Zaniolo, la sfida dei grandi ex illumina Inter-Roma

Nainggolan-Zaniolo, la sfida dei grandi ex illumina Inter-Roma

Il Ninja per la prima volta incontra da avversario la sua ex squadra

di Redazione, @forzaroma

E’ la sfida della rivincite e dei ricordi. Passato, presente e futuro di Roma e Inter, infatti, si sconteranno sabato sera a San Siro. Per la prima volta Nainggolan affronterà da ex la squadra che ha ancora nel cuore e nella quale – come ha confidato ad alcuni amici della capitale – tornerebbe più che volentieri.

Il Ninja – che all’andata diede forfait per infortunio – fa spesso visita ai suoi ex compagni (Manolas soprattutto) e di sicuro vivrà una serie di emozioni nella gara che può valere l’accesso in Champions. La cessione all’Inter – voluta fortemente da Monchi – non è stata mai digerita dai tifosi giallorossi che non fischieranno Radja. Il quale a sua volta non esulterà in caso di gol. Il dolore della perdita del belga (203 presenze e 33 gol a Roma) è stata alleviata di certo dall’acquisto di Zaniolo rientrato (oltre a Santon) su richiesta di Di Francesco proprio nell’affare Nainggolan.

Il giovane Nicolò – valutato appena 4,5 milioni la scorsa estate – esulterà eccome a San Siro se dovesse segnare. L’Inter, infatti, non ha creduto in lui scaricandolo in estate dopo una flebile resistenza e non impiegandolo mai in prima squadra lo scorso anno. Un errore grave che i tifosi interisti non hanno perdonato ad Ausilio.

A conti fatti l’affare lo ha fatto la Roma considerata età e valore del cartellino attuale. La sfida a distanza tra il passato e il presente della Roma dirà molto sul futuro dello stesso Zaniolo. Se la Roma dovesse arrivare in Champions, infatti, aumenterebbero le possibilità di vedere ancora Nicolò in giallorosso. In caso contrario il rischio cessione sarebbe alto anche se la sorella di Zaniolo non sarebbe soddisfatta di un passaggio alla Juve come evidenzia una storia di scherno per la sconfitta con l’Ajax postata ieri su Instagram.

Roma e Inter è anche Ranieri contro Spalletti. I due hanno allenato entrambe le squadre e nel 2010 si scambiarono il testimone proprio sulla panchina della Roma. Claudio portò quasi allo scudetto una squadra guidata per le prime due giornate da Luciano. Per lo stesso Ranieri ieri sono arrivate le belle parole di Kluivert e Under. “Sono felice per i miei ex compagni dell’Ajax, ma non ho rimpianti. Con Ranieri gioco di più, mi ha fatto sentire importante”, ha detto l’olandese. “Col nuovo mister giochiamo meglio”, ha ribadito il turco.
(F.Balzani)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy