MaiconLui, a Mosca ancora in emergenza

La sinistra è in crisi, la destra è sparita. Non si parla di politica, ma della situazione di piena emergenza in cui versano le fasce difensive della Roma in vista della sfida decisiva di domani alle 18 col Cska in Champions.

di Francesco Balzani, @FrancescoBalza8

La sinistra è in crisi, la destra è sparita. Non si parla di politica, ma della situazione di piena emergenza in cui versano le fasce difensive della Roma in vista della sfida decisiva di domani alle 18 col Cska in Champions. Sia Torosidis sia Maicon, infatti, non sono rientrati tra i convocati di Garcia e sono rimasti a Roma. Il greco si è fatto male al gemello del polpaccio destro: domani si sottoporrà agli esami strumentali, ma i medici sono pessimisti. Si teme una lesione di 1? o 2? grado e probabilmente il 2014 è già finito anche per lui. Il brasiliano, invece, ha avvertito di nuovo dolore al ginocchio destro infiammato e ha preferito restare a Trigoria a seguire un lavoro personalizzato con l’obiettivo di tornare in campo domenica contro l’Inter. A Garcia, che non può contare nemmeno su Mbiwa, rimangono due soluzioni: arretrare Florenzi sulla linea difensiva o impiegare di nuovo il giovane Somma entrato al posto di Torosidis a Bergamo. Prevale di gran lunga la prima con l’esterno di Vitinia (che ieri ha lanciato un concorso sulla sua pagina Fb «la mia maglia a chi darà la più bella definizione su “cos’è la Roma”), in attesa ancora del rinnovo contrattuale, pronto a tornare in un ruolo che ha ricoperto a Crotone nella stagione 2011-2012. A meno che Garcia non decida di fare uno strappo alla regola e schierare una difesa a 3 con l’arretramento di De Rossi al fianco di Manolas e Astori. Una situazione d’emergenza che potrebbe ripresentarsi nelle prossime 6 partite prima della sosta visto che, anche in caso di recupero, Maicon non potrà giocare una partita ogni tre giorni. Se la difesa piange (a sinistra dovrebbe rivedersi Cholevas), centrocampo e attacco ridono. In mediana tornerà, infatti, Keita e dovrebbe uscire uno tra Pjanic e Nainggolan mentre in attacco, al fianco di Totti e Gervinho, è ballottaggio tra Ljajic e Iturbe con il serbo favorito visto il gran periodo di forma. Più difficile pensare a un centrocampo a 4 anche perché un eventuale successo a Mosca potrebbe certificare il passaggio agli ottavi della Roma. Va detto che i giallorossi troveranno un altro Cska rispetto all’andata (nonostante la sconfitta in campionato col Krasnodar) e soprattutto un altro clima (previsti -7?) anche se i russi avranno lo svantaggio di giocare a porte chiuse. Arbitrerà il tedesco Brych, all’esordio con la Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy