I giallorossi, la tirannia del Financial Fair Play e la testa da ritrovare

La Roma lavora per tornare a vincere dopo sette partite, ma a Trigoria sembra di stare in un’aula universitaria a lezione di Economia

di Redazione, @forzaroma

Sulla lavagna, invece di pallini e frecce ad indicare sovrapposizioni o diagonali difensive, ci sono cifre, flussi finanziari, punti di break even. Siamo a Trigoria, dove la Roma lavora per tornare a vincere dopo sette partite, ma sembra di essere in un’aula universitaria, lezione di Economia.

È il calcio moderno, bellezza, e il caffè lungo tre ore serve per spiegare la tirannia del Financial Fair Play dell’Uefa, divenuto quello che è per le paure di Bayern e Real di essere seppellite da Psg e Manchester City.

Intanto ci rimette la Roma, che cresce ma che è costretta a inseguire il pareggio di bilancio. Impresa dura con questo fatturato. Ecco allora i paletti zona Champions e plusvalenze. Chi sbaglia paga: buffetto o cazzotto? A discrezione dell’Uefa. Tutto chiaro.

Più difficile cercare il perché la squadra si sia spenta, uscendo dalla coppa Italia e precipitando dal 3° al 5° posto. A Trigoria nessuno crede che siano state le voci di mercato a far afflosciare il gruppo, o che nelle ultime tre partite siano state le polemiche sulle vacanze prese alla leggera.

Come spiegare allora ai tifosi depressi e incazzati che cosa è successo alla Roma, passata in pompa magna agli ottavi di Champions, che sembrava in grado di lottare per lo scudetto e che oggi è a -5 dalla Lazio? Tocca ai giocatori: devono ritrovare testa e determinazione e seguire Di Francesco, che è sempre in simbiosi con Monchi. Ma attenzione a non si tralasciare il fattore “sfiga”, questa sì impossibile da spiegare anche se lo chiedessimo agli scienziati del Cern.

(R.Buffoni)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. delgottardo.vincenz_820 - 3 anni fa

    se dobbiamo pensare che non si vince per la sfiga dico che la roma de sfiga ne ha tanta perchè oramai sono una vita che la roma se la porta a presso e per giocatori e società e una scusa facile da portare avanti faccio notare che la sfiga e dei tifosi che seguono questa squadra e non riescono a gioire neanche per una coppa italia che una volta era il nostro vanto per averla vinta 9 volte e da 10 anni non semo riusciti a vincerla per la decima volta per mettersi sulla maglia almeno la stella viva Viola e Sensi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy