Di Francesco e Inzaghi, secondi 45′ da applausi

Le due squadre romane hanno riscattato nella ripresa un primo tempo di assoluto grigiore

di Redazione, @forzaroma

La Roma pallonara gode nel secondo tempo. Giallorossi e biancocelesti hanno vinto dopo il cambio di campo, riscattando i primi 45′ di assoluto grigiore.

La Roma è passata sul campo del Milan grazie alla sveglia suonata da Dzeko. Il bomber bosniaco, in un recentissimo passato accusato di essere “poco cattivo”, ha tirato fuori gli artigli. Con lui, a trascinare la squadra è stato Nainggolan: loro due, più degli altri, hanno deciso che l’evidente superiorità sui rossoneri andava tradotta in moneta sonante per poter mandare un whattsapp sul gruppo serie A con scritto “Ci siamo anche noi”.

Più o meno la stessa storia ha avuto la partita dell’Olimpico. La Lazio si era ritrovata imbrigliata e in svantaggio contro un Sassuolo chiuso a riccio e bravo a ripartire in contropiede. Alibi da partita di Europa League e dei tanti infortunati? Certo, ci potevano stare. Ma a Luis Alberto le chiacchiere non piacciono granché e nemmeno le scuse. Allora si è inventato una punizione alla Maradona per rimettere in carreggiata la Lazio e per far esclamare ancora: «E questo da dove è spuntato fuori?».
(R.Buffoni)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy