Zanzi senza limiti: “Diventeremo il miglior club del mondo”

di finconsadmin

(repubblica.it – L. Serafini) – “Vogliamo diventare il pi? importante club al mondo“. Italo Zanzi, nominato gioved? nuovo Ceo dal consiglio d’amministrazione, lancia l’ennesimo proclama dell’era americana. E pazienza se, sul campo e a bilancio, i risultati della Roma non entusiasmano. Perch? se con l’avvento di Andreazzoli la squadra ha almeno ritrovato stabilit?, l’ultima semestrale continua a evidenziare un “rosso” ingombrante: 26 milioni di perdite nei primi sei mesi di gestione.

 
NUOVO CONSIGLIERE– Operativo da circa due mesi, Italo Zanzi non si aspettava sicuramente un inizio cos? turbolento da Ceo della Roma. Le difficolt? sul campo, l’esonero di Zeman, la scelta di Andreazzoli e ora la rocambolesca trattativa con lo Sceicco per l’acquisizione di parte delle quote americane. “Abbiamo dovuto far fronte a delle sfide, ma per diventar grandi dobbiamo saper riconoscere le sfide, affrontarle e risolverle” aveva detto convinto un mese fa. Da ieri, grazie all’uscita del consigliere Gabrielle, Zanzi ? entrato nel Cda della Roma e affronter? le nuove sfide come Ceo. “Il nostro obiettivo ? chiaro: vogliamo diventare il miglior club al mondo, dentro e fuori dal campo. E’ molto stimolate: abbiamo un’ottima squadra, buoni dirigenti e – ha spiegato ai microfoni di Roma Channel – lavoriamo nella citt? pi? bella del mondo. Bisogna lavorare in maniera innovativa e migliorarci costruendo uno stadio di livello internazionale. Diventare un marchio internazionale, che attiri”. Il fascino di un brand si costruisce sui risultati, quelli che finora sono mancati. “Ora dobbiamo cercare di vincere tutte le partite. Abbiamo un team fortissimo. Non voglio creare illusioni. La dirigenza – afferma il Ceo – ? impegnata a migliorare la squadra costantemente”. Anche ad appoggiare il nuovo tecnico giallorosso: difeso dalle voci di mercato qualche giorno fa, lodato oggi per i recenti risultati. “Abbiamo gestito benissimo il passaggio da Zeman ad Andreazzoli: i nostri dirigenti sono i numeri uno. La soluzione presta ? stata felicissima, il nostro tecnico ? un grande professionista: d? rispetto e chiede rispetto, oltre ad essere stimato da tutti. C’? grande ottimismo”. Stamane Zanzi, su iniziativa del consigliere Baldissoni insieme agli altri? dirigenti giallorossi, ha indossato un cappellino con lo slogan “0,2 %”, per testimoniare ancora di pi? l’unione di intenti con Andreazzoli. Era stato proprio il tecnico giallorosso, durante la sua prima conferenza stampa, a spiegare l’importanza di questa percentuale: “voglio che si capisca: perch? chiedevo quella spintina? Basta lo 0,2 % di ognuno di noi che, sommato agli altri, ci far? raggiungere le vittorie”.

 
CONTI IN ROSSO – Serviranno percentuali pi? alte, per?, per far sorridere i conti della Roma. La semestrale chiusa al 31 dicembre 2012, e approvata ieri pomeriggio dal consiglio d’amministrazione, ha evidenziato ancora perdite per 26 milioni di euro dopo aver gi? chiuso il bilancio di della scorsa stagione con un rosso di 52,5 milioni. Numeri migliori rispetto alle aspettative, ma che evidenziano un patrimonio netto consolidato negativo per 78,5 milioni. Crescono i ricavi: 57,8 milioni di euro nel semestre approvato (47,3 al 31/12/2011), in crescita del 22% rispetto al corrispondente semestre dell’esercizio precedente. Una percentuale di variazione in positivo derivata dai ricavi di sponsorizzazioni, biglietteria (sono state giocate due gare in pi? rispetto al semestre 2011/2012), pubblicit? e diritti di immagine che in euro si traduce in 10 milioni di ricavo. Per aumentarli ancora, la Roma potrebbe contare nuovamente sull’accordo con Volkswagen, che quest’anno ha portato nelle casse giallorosse 1,1 milioni di euro e che prevede un accordo di rinnovo per la prossima stagione. Quando la Roma sar? vestita da un nuovo sponsor tecnico. Un ballottaggio, tra Nike e Adidas, di cui si conoscer? l’esito entro una settimana. La Nike sembra essere in lieve vantaggio per la sua matrice statunitense, anche se pronta a fornire materiale solo dalla stagione 2014-2015, mentre Adidas si ? detta pronta a vestire da subito i giocatori giallorossi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy