Vucinic: “Radio e tifosi, ecco perché a Roma vincere è più difficile”

L’ex attaccante giallorosso aggiunge: “Alla Juve quando pareggi è come sei avessi perso. Lo percepisci che a loro non basta”

di Redazione, @forzaroma

Mirko Vucinic ha vinto sia a Roma che a Torino: due coppe Italia e una Supercoppa con i giallorossi con Luciano Spalletti, tre scudetti con la Juventus di Antonio Conte. Ma a Roma Vucinic raccolse anche cocenti delusioni, su tutte lo scudetto 2010, perso in casa contro la Samp: «Dopo un grande primo tempo purtroppo abbiamo preso due gol e abbiamo perso. Ci fu un battibecco tra me e Perrotta all’intervallo, nemmeno ricordo per cosa, forse un passaggio. Ma ci siamo chiariti subito» dice in un’intervista rilasciata a Matteo Pinci su La Repubblica.

«Il pareggio di domenica? Empoli ci è stata sempre indigesta. Quando c’ero io non vincemmo mai. Stavolta la Roma ha avuto tante occasioni, è un caso che non abbia fatto gol».

A Roma, secondo Sabatini, si vince e si perde allo stesso modo.
«I tifosi a Roma sono così, basta che fai bene per due partite e ti portano alle stelle, ma poi appena fai una cosa male inizi a sentire che la squadra non c’è. E questo alla lunga ti logora».

Quindi è una questione ambientale: arriva davvero così forte il malumore della gente?
«A Torino puoi andare tranquillamente per strada senza essere infastidito da nessuno: non ci sono le radio, o almeno non ce ne sono quante a Roma. La Juve è più forte fuori da Torino. C’è un’attenzione diversa».

Ha parlato di radio: i calciatori le ascoltano e ne parlano?
«Certo, le sentono. Che mettano pressione o meno, le sentono tutti: ricordo che a volte tra di noi si facevano delle battute, tipo: “ho sentito quello che ha detto questo”, “io ho sentito quell’altro, che dice il contrario”. Tutti quanti le ascoltavamo, anche soltanto mentre vai al campo: è inevitabile».

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. spietro64_525 - 4 anni fa

    un altro chiacchierone che ci fece perdere lo scudetto nel 2010 non passando la palla a Perrotta quando due volte era solo davanti al portiere la causa che non si vince e’ che questa proprieta non mette un euro si fa autofinanziamento puro senza acquistare campioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. encat - 4 anni fa

    finché a Roma avremo persone che considerano il pareggio un punto guadagnato e non due punti persi, non andremo da nessuna parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy