Unicredit si accolla Parnasi

Capital Dev acquisita da Unicredit. Resta fuori dall’accordo la società che costruirà lo stadio della Roma

di Redazione, @forzaroma

L’Unicredit sta per acquisire il business immobiliare che fa capo al Gruppo Parnasi. Secondo quanto riportato da Milano Finanza la banca di piazza Gae Aulenti sta per rilevare il 100% del capitale della newco Capital Dev, all’interno del quale sono confluiti gli asset e le società di sviluppo che facevano capo alla holding Parsitalia. In Capital dev ci sono le ex controllate Parnasi Parco delle Acacie, Istica, Cave Nuove e Samar, le collegate Pisana e Parscc.  Il presidente Claudio Calabi dovrebbe rimanere alla testa del gruppo nonostante sia in programma una rigenerazione del management. Le ex controllate e collegate dovrebbero essere sottoposte ad un processo di valorizzazione sia attraverso la vendita diretta sia attraverso accordi di collaborazione con altre realtà del panorama immobiliare e commerciale.

Unicredit vorrebbe chiudere la partita in breve tempo ma non sarà facile anche perché a fronte degli asset posseduti la Capital Dev ha acquisito anche un debito, nei confronti del sistema bancario, che sfiora i 700mln di euro, la gran parte dei quali proprio nei confronti dell’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier. L’esposizione risale alla passata gestione Capitalia data la presenza del gruppo Parnasi nella Capitale sin dall’acquisizione della fallita Sogene Casa nel 1991. Sarebbe una sorta di Risanamento – bis nella Capitale con la differenza che Capital Dev ha solo aree da sviluppare mentre il gruppo milanese possiede immobili definiti, come le torri di Sky. La società che dovrebbe costruire lo stadio della Roma, e che vede collaborare Parnasi e il presidente della Roma James Pallota, resterà fuori dalla newco acquisita interamente da Unicredit. In ogni caso anche quello dello stadio è un progetto in divenire che sta incontrando non pochi ostacoli politici e burocratici.

(A. Montanari)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy