Travolto il Verona. Anche senza Dzeko c’è il terzo posto

Tre gol in nove minuti, ma ora arriva la sfida con la Juventus. Oggi chiude il mercato: pace difficile tra Fonseca e il bomber

di Redazione, @forzaroma

Tre gol in due partite per Borja Mayoral — non turbato dall’ombra di Dzekonona rete stagionale pet Mkhitaryan — al rientro dopo l’infortunio — e il centro di Mancini. La sintesi della vittoria romanista contro il Verona (3-1) è racchiusa nei numeri di una serata che regala il secondo successo consecutivo ai giallorossi, scrive Francesca Ferrazza su La Repubblica.

Tre reti realizzate, subendo un po’ troppo nella ripresa come spesso accade, e la possibilità di immergersi nella settimana che porterà al big match con la Juventus da terzi in classifica. Una soddisfazione a metà, però, una vittoria annacquata in parte dall’infortunio di Smalling — costretto a lasciare il campo dopo solo 12 minuti — e dall’ammonizione presa da Pellegrini che, diffidato, salterà la trasferta di Torino. Non ci sarà il capitano giallorosso, chissà se invece tornerà tra i i convocati, Edin Dzeko. Si consumerà oggi l’ultima giornata del mercato di riparazione, un vero e proprio rapido conto alla rovescia per provare a piazzare da qualche parte il centravanti, oppure alzare il sipario sulla lunga e complicata opera di mediazione tra attaccante ed allenatore. Il numero 9 ieri sera era in tribuna a seguire la partita dei compagni, come era già successo contro lo Spezia.

La frattura con Fonseca è netta e di difficile risoluzione, e potrà cominciare a rimarginarsi solamente se uno dei due farà un primo passo di disgelo verso l’altro. “Ne parleremo la prossima settimana” ha liquidato la vicenda il mister portoghese, alla vigilia della gara col Verona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy