Trattativa per comprare la Roma, lo sceicco finisce sotto inchiesta

di finconsadmin

(La Repubblica – F.Angeli – M.Pinci) – Dopo la trattativa sfumata con l’As Roma ora per lo sceicco si mette male anche con la giustizia.?Qualche giorno fa la procura di Roma lo ha indagato per aggiotaggio.

 

Alla notizia al Qaddumi ha reagito accusando un malore. E dalla sua casa alle porte di Perugia agli amici che lo cercavano ha detto di essere stato abbandonato in extremis dall’investitore che doveva garantirgli i fondi. Questo non basta per? a cancellare la certezza di una bufala mal riuscita.“Un episodio che ricorda quello della Fontana di Trevi di Tot?”, ha commentato il presidente della Consob?Giuseppe Vegas.

L’affaire sceicco mette di fronte alle proprie responsabilit? anche la propriet? americana della Roma. Al presidente?James Pallotta?e ai suoi manager??Sean Barror, Mark Pannes???Unicredit presenter? il conto di una gestione discutibilissima. Informata tardi della trattativa, pare a preliminare gi? siglato, la banca ha manifestato perplessit? decise fin da subito, pur incassando il??non me ne curo??del dg?Baldini.?Restano per? le debolezze di un club che, lo ha detto il direttore generale, ha bisogno dell’ “ossigeno” di nuovi soci. E che forse per questo ha scelto di abboccare all’amo dello sceicco, soggetto abituato a operare secondo un copione fisso: l’approccio a societ? in difficolt?, la storia di un’eredit? da sbloccare perla quale garantiva mostrando conti cifrati al Credit Suisse di Boston, la firma sui preliminari c il ritiro finaledall’operazione. Un vero e proprio”sistema Qaddumi”, dalla?Fagnus?di Umbertide all’Acquamarcia?del gruppo Caltagirone Bellavista, e che lo aveva portato persino a tentare nel 2004lo sbarco su Luna Rossa: operazione naufragata, si dice, dopo la firma di una serie di pre contratti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy