Totti e il giorno che non voleva ma il futuro non è ancora scritto

Potrebbero arrivare offerte dalla Cina o da Dubai. Anche Spalletti saluta, pronto Di Francesco

di Redazione, @forzaroma

L’ultima istantanea dell’Olimpico che si porterà dentro sarà di uno stadio interamente colorato da bandierine giallorosse. Così la Roma saluta il suo re, che oggi entrerà per l’ultima volta nella sua vita in quello stadio sold out da settimane. Poi, Francesco Totti potrebbe mettersi alle spalle una storia lunga 8.827 giorni. Questa notte potrebbe essere quella giusta per pensare al futuro. A Dubai (l’Al-Fujairah di Maradona) o in Cina: offerte ancora non ci sono, ma potrebbero arrivare. Soffiandogli in faccia cifre irrinunciabili: 10, 15, 20 milioni per i suoi ultimi gol.

Come riporta Matteo Pinci su Repubblica, la moglie Ilary ha già detto che si può fare, i familiari non escludono l’ipotesi. Deve convincersi lui, che il coraggio di chiudere con la Roma – rinunciando a 6 anni da dirigente a 600mila euro a stagione – non l’ha ancora trovato. Chissà se l’affetto di ieri a Trigoria lo avrà convinto a restare in giallorosso, anche se non da calciatorie. Stasera i 65mila dell’Olimpico si vestiranno come per uno scudetto: coreografia in tutti i settori, questa la sorpresa del club per lui. Mentre un aeroplano girerà sopra l’anello del Foro Italico con un messaggio. Il presidente Pallotta, in arrivo in mattinata, gli porgerà un dono simbolico, un piatto o una targa:”Non ci sarà mai un altro Totti”, ha scritto il presidente sul sito del club, “era ed è il simbolo di Roma. È la fine di un capitolo della sua vita e l’inizio di una nuova era”.

Persino Spalletti dopo l’ultima tenzone in conferenza rispolverando i sei rigori sbagliati nel 2007 (“Chiedevo se non fosse il caso di far tirare qualcun altro, e lui: lo ritiro io”) gli ha parlato da solo, con affetto. In mezzo ci sarà una partita: 90 minuti contro il Genoa che valgono 50 milioni di euro, quanti ne garantisce la Champions senza preliminari. Arrivare davanti al Napoli, poi trasferirsi all’Inter. Lo annuncerà domani o martedì, poi la Roma potrà chiudere con Di Francesco. Lo ha praticamente confermato anche  l’ad Carnevali: “Il mister ha una clausola”. Servono 3 milioni, ma potrebbe bastare Ricci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy