Stavolta il tacco è di Pellegrini. Il derby ha un nuovo principe

Stavolta il tacco è di Pellegrini. Il derby ha un nuovo principe

L’infortunio di Pastore gli ha consegnato il copione perfetto e regalato un sabato indimenticabile

di Redazione, @forzaroma

Un Inzaghi aveva aperto la ferita della crisi, un altro Inzaghi l’ha suturata, restituendo alla Roma il sorriso che le aveva tolto il fratello, scrive Matteo Pinci su La Repubblica.

Il disgusto del presidente Pallotta, il ritiro punitivo, ma il ribaltone emotivo aveva bisogno di un colpo di teatro. Lorenzo Pellegrini il derby non lo avrebbe nemmeno dovuto giocarlo. E invece l’infortunio di Pastore gli ha consegnato il copione perfetto: il quarto romano in quattro anni a segnare un gol alla Lazio, dopo Totti nel 2015, Florenzi nel 2016, De Rossi nel 2017. E non solo il gol di tacco, ma anche l’incursione verso la difesa della Lazio che ha portato alla punizione-gol di Kolarov e il cross a pennello sulla testa di Fazio che ha siglato il 3-1 finale.

“E’ stata una vittoria da uomini, ho visto occhi diversi” ha detto Di Francesco a fine gara. E’ la vittoria anche di Monchi, che ai pruriti di chi avrebbe cambiato allenatore ha opposto una resistenza strenua e delle riunioni continua tra dirigenza, tecnici, calciatori in quei giorni di costrizione a Trigoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy