Shock derby: sotto accusa le scelte di Monchi

La disfatta nel derby è una batosta pari a quella vissuta in Coppa Italia a Firenze, quando la Roma prese ben 7 gol

di Redazione, @forzaroma

L’umore di tutti, squadra e città giallorossa, è sotto i piedi, scrive Francesca Ferrazza su La Repubblica. La disfatta nel derby è una batosta pari a quella vissuta in Coppa Italia a Firenze, quando la Roma prese ben 7 gol. Con quelle di sabato sera, sono dieci le reti subite nelle due gare più attese dai tifosi.

E fa effetto vedere quasi 150 milioni seduti in panchina, giocatori arrivati nella capitale per fare la differenza, e diventati invece esuberi di lusso, che pesano sul bilancio e sull’umore dello spogliatoio. In pratica è buona parte delle due campagne acquisti di Monchi a finire sotto accusa, trasformando il post derby in un processo al direttore sportivo, descritto sempre più con le valigie pronte.

Pallotta, che da Boston è descritto come arrabbiatissimo per le prestazioni della Roma e per gli investimenti fatti la scorsa estate, spera che almeno la squadra riesca ad arrivare ai quarti di Champions.

La vittoria per 2-1 dell’andata contro il Porto non mette al sicuro una qualificazione che resta in bilico, soprattutto viste le enormi fragilità difensive dei giallorossi. Ci sarà Zaniolo, che è stato costretto a lasciare il campo contro la Lazio per una brutta botta al costato. Sarà a disposizione anche Manolas, costretto a dare forfait in extremis contro la Lazio per un virus intestinale. Ci sarà Schick, tornato a disposizione già nel derby, e buona alternativa a uno spento e nervoso Dzeko. Ancora out Under, che ancora ieri svolgeva lavoro differenziato.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy