Schalke e Porto, speranze nell’urna per Juve e Roma

Schalke e Porto, speranze nell’urna per Juve e Roma

I giallorossi possono trovare tutti pesi massimi. A Trigoria si spera di pescare i portoghesi

di Redazione, @forzaroma

L’Italia dimezzata, l’Inghilterra unica a portarne 4 su 4 (ma solo il City ha vinto il girone), tre spagnole, tre tedesche, due francesi, un’olandese e una portoghese, scrive Andrea Sorrentino su La Repubblica.

È un’Europa più sottile di un anno fa, quando erano rappresentate anche Turchia, Svizzera e Ucraina (ma non c’era l’Olanda), quella che oggi a Nyon conoscerà il tabellone degli ottavi di Champions, in cui esordirà il Var, spalmati tra il 12 febbraio e il 13 marzo 2019.

Sorteggio alle 12 (alle 13 quello dell’Europa League) coi soliti paletti: prime contro seconde, non ci si può affrontare tra connazionali né tra chi si è già incrociato nei gruppi. Secondo le proiezioni, l’accoppiamento più probabile è Manchester City-Atletico Madrid (29%). Il sogno per la Juventus, che rimane la favorita nei pronostici insieme a Barcellona e Manchester City ed è la squadra con l’età media più alta (28,1, poi Man Utd, Bayern e Atletico Madrid con 27,1), è trovare nell’urna la più debole, lo Schalke, che si è qualificato nel girone del Porto ma in Bundesliga lotta per la retrocessione, mentre anche le sorprese Ajax e Lione (5 pareggi, ha le frecce Fekir, Depay e Cornet) sono alla portata; la Roma può trovare tutti pesi massimi, il Porto è in teoria la più facile, ma di poco. Sono andate agli ottavi 7 delle 8 di prima fascia (eliminato solo il Lokomotiv Mosca), nessuna della quarta fascia ha fatto il miracolo (l’Inter l’ha sfiorato), mentre della terza sono passate in 4: Liverpool, Lione, Ajax e Schalke.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy