Sale la febbre per il nuovo Genoa: tutto esaurito a Chiavari in coppa

Sale la febbre per il nuovo Genoa: tutto esaurito a Chiavari in coppa

Il precampionato ha visto il Grifone, primo avversario in campionato della Roma, pareggiare solo la sfida con il Nantes e vincere tutte le altre, comprese squadre come Lione e Bordeaux

di Redazione, @forzaroma

Ora si fa sul serio. Prove generali ieri mattina e rifinitura a porte chiuse oggi per l’esordio in Coppa Italia di domani sera al Comunale di Chiavari, scrive Maurizio Moscatelli su La Repubblica edizione Genova.

Ci sarà il pubblico delle grandi occasioni considerando che il primo giorno di vendita dei biglietti, a disposizione poco più di 5000 tagliandi, oltre la metà è già stata acquistata. E il Genoa non ha alcuna intenzione di fallire il primo obiettivo ma vuole confermare quanto fatto di buono fino ad ora. Un precampionato che ha visto il Grifone pareggiare solo la sfida con il Nantes e vincere tutte le altre, compresi gli scalpi di due squadre come Lione e Bordeaux. Segnali incoraggianti che hanno esaltato i tifosi al pari dell’arrivo di un centrocampista come Lasse Schone, per il momento la ciliegina su una torta che potrebbe però essere farcita ancora.

Se negli ultimi giorni Andreazzoli ha mischiato le carte, ieri ha provato tra le varie soluzioni una formazione che potrebbe anche rispecchiare quella di partenza contro l’Imolese, al netto di sorprese odierne lontano dai riflettori. Un 3-5-2 non lontano da quello visto già in altre occasioni e che fino ad ora ha regalato sicuramente molte certezze.E che il tecnico ha provato ancora ieri mattina in una seduta che ha visto il rientro di Agudelo e un piccolo problema per Pandev, contusione, mentre per Rizzo allenamento a parte per il lieve infortunio muscolare di martedì.

A questo punto è possibile dunque ipotizzare una “prima” con Radu in porta, Zapata, Romero e Criscito in difesa. Un centrocampo con Ghiglione e Barreca sugli esterni, ma tenendo conto anche dell’opzione Romulo in ballottaggio sino all’ultimo proprio con l’ex Pro Vercelli. In mezzo Lerager e Saponara mezzale con Schone a dettare i tempi della manovra mentre in avanti dovrebbe scoccare l’ora della coppia Kouamé – Pinamonti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy