Ronaldo ruba il tempo, la Juve in contropiede sorpassa anche la Roma

Pirlo fa la gara di Fonseca all’andata e punisce i giallorossi con le ripartenze

di Redazione, @forzaroma

La Juve è una squadra da contropiede, dà il meglio quando sfreccia negli spazi, soprattutto adesso che in difesa ha le spalle coperte. Pirlo ha deciso di sfidare la Roma aspettandola, stanandola, facendola scoprire e poi castigandola con l’immediatezza rapida di Morata e Ronaldo e poi con quella di Cuadrado e Kulusevski, riporta “La Repubblica”.

La Juve in definitiva ha vinto per tre ragioni: per come ha preparato la partita (“Abbiamo giocato come aveva fatto la Roma all’andata”, dirà Pirlo), per Ronaldo e per la ricchezza della rosa: il tecnico può cambiare 7 titolari da una partita all’altra senza intaccare la qualità della squadra: “Ho 23 giocatori dello stesso livello”. La Roma arriva sì e no a 14.

Pirlo ha rubato l’idea a Fonseca, prendendosi gli spazi per sé e negandoli a lui. La Roma è finita in trappola, macinando gioco nel suo modo anche elegante ma senza capo né coda. I giallorossi non hanno forza d’urto, nemmeno quando è entrato Dzeko. La Roma è stata superiore nel possesso palla (51 a 49), nei tiri a rete (14 a 3), nei corner (9 a 2) e — statistica più significativa di tutte — nei passaggi nella trequarti avversaria (140 a 24). Superiorità numerica, però sterile e controproducente.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 3 settimane fa

    La Juve è la Juve: mettiamocelo in testa! Stiamo facendo anche troppo dopo l’infausta direzione/proprietà precedente: potremmo parlare di Champions solo a partire dal prossimo anno. Dare tempo al tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy