Roma e Lazio in grigio nel 2018. Ora regalateci follia e vittorie

Roma e Lazio in grigio nel 2018. Ora regalateci follia e vittorie

I punti di distacco dallo scudetto sono tanti, troppi

di Redazione, @forzaroma

Sono anni, anche quelli del calcio, in cui ci si accontenta. Non per forza tempi infelici o modesti, semplicemente aridi di vittorie, scrive Fabrizio Bocca su La Repubblica edizione Roma.

La semifinale di Champions della Roma contro il Liverpool è stata il massimo. Vista da vicino un’impresa, vista da lontano un risultato che dovrebbe essere un punto di partenza e non di arrivo. Ma oggi si ragiona al ribasso, si fanno i conti con la follia di un calcio che costa cifre mostruose che pochi si possono permettere, si smonta e si riparte sempre da capo.

La Roma americana cerca da sette anni un trionfo che non arriva più, con qualsiasi giocatore (Salah o Dzeko), allenatore (Spalletti o Di Francesco), dirigente (Sabatini o Monchi): alla fine gli anni si somigliano un po’ tutti, anche se qualche exploit in Europa comunque qualcosa fa sperare o sognare. Poi però dallo scudetto i punti di distacco sono tanti, troppi.

Della Roma si è parlato dei suoi formidabili giovani, ma quando è il momento ognuno vorrebbe solo un Totti o un De Rossi che ti portasse in alto. La Lazio paga un dazio anche superiore, ma non sempre giusto. Ci si è disabituati a pensarla come grande, ha giocatori importanti — alcuni “inventati” né più né meno come la Roma — ma ambizioni mai dichiarate. Per Roma e Lazio ci vorrebbe tanto un 2019 folle, pazzo, con una grande vittoria a sorpresa. È chiedere troppo?

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 1 anno fa

    Ricordiamo quella bellissima canzone in voga negli anni’50, che, pressapoco, così recitava: “Illusione, bella chimera sei tu…..” Scendiamo dalle stelle e rendiamoci conto che “palanche” (come si dice a Genova) NON CE NE SONO!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy