Roma e il nuovo stadio “E all’Olimpico concerti…”

di finconsadmin

(repubblica.it – SPY CALCIO F.Bianchi) Bel convegno, di piena attualità oggi allo stadio Olimpico di Roma: la Lega Pro di Mario Macalli ha chiamato a raccolta i vertici dello sport e del calcio sul tema degli impianti. Il n.1 del Coni è stato chiaro. Malagò ha spiegato natti che lui non è assolutamente contro lo stadio della Roma (e anche della Lazio, se vorrà farlo). Anni fa Franco Sensi diceva: “Senza di noi che ci fanno all’Olimpico? La cora delle ranocchie?”. Malagò ha spiegato:”Possiamo farci i concerti, il Sei Nazioni, il Golden Gala (peccato quest’anno non ci sarà Bolt, ndr), le partite della Nazionale di calcio, eccetera”. Insomma, il Coni correrà ai ripari, quando la Roma avrà il suo nuovo impianto (fra tre anni?). Michele Uva, che il Milan vorrebbe per pianificare il nuovo stadio, ha spiegato i vantaggi della nuova legge sull’impiantistica. “La Juve ci ha messo otto anni per avere i permessi, l’Udinese otto: ora in un anno ci dovrebbe essere il via libera per i lavori”, ha spiegato il dg di Coni Servizi, che sul fronte-impianti avrà sempre più un ruolo attivo.

 

 

Mario Macalli, poi, ha tuonato:“Meno soldi al calcio dal Coni? Lo chiede chi capisce poco”. Macalli ha piena fiducia in Malagò: i rapporti adesso sono tornati ottimi, dopo le passate frizioni. Merito anche del lavoro diplomatico del dg della Lega Pro, Francesco Ghirelli. C’è, come si sa, una manovra per togliere soldi al calcio e darli alle altre Federazioni: ma, attenzione, che Abete non è arrendevole come forse qualcuno può pensare. Il calcio muove lo sport, genera ricchezza e la Figc non sperpera risorse (basta guardare il bilancio certificato dalla Deloitte: Abete in nota spese non mette nemmeno un pranzo, cosa che altri presidenti, almeno in passato, erano soliti fare con generosità…).

 

E Malagò è saggio, la commissione-Buonfiglio il 15 gli consegna i risultati delle sue riunioni: poi deciderà il presidente del Coni. Quando? Forse dopo l’estate. Le cose vanno fatte bene: è vero che ci sono alcune Federazioni che ci portano medaglie olimpiche (per fortuna…) ma ci sono anche Federazioni che hanno troppi tesserati. Bisognerà indagare: non è che vengono regalate le tessere e gonfiati i dati? Sarebbe una truffa. Meglio vederci chiaro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy