Roma, bastano gli sprazzi per lanciarsi verso la Coppa

Di Francesco: “Martedì bisognerà giocare in 12, ma saremo noi a trascinare il pubblico”

di Redazione, @forzaroma

Dopo il 3-0 rifilato al Torino la Roma è rimasta in campo a cercare di far capire ai tifosi che il lavoro è solo a metà, scrive Fabrizio Bocca su La Repubblica. L’obbiettivo, anche più importante, è quello di rimontare il ko con lo Shakhtar in Champions e dunque è necessario riempire l’Olimpico e mettercela veramente tutta.

Bisognerà giocare in 12 martedì – ha detto Di Francesco, contento della vittoria – ma saremo noi a trascinare il pubblico”. Non è stata una pratica ordinaria battere il Torino. I tre punti presi a Mazzarri – che mai Di Francesco aveva battuto nelle tre precedenti occasioni – si aggiungono ai tre presi una settimana fa anche al Napoli.

Già costretto dagli eventi Di Francesco non si è concesso ovviamente il lusso di alcun turn over supplementare – su cui per altro ha anche dei ripensamenti – se non per lo stretto indispensabile. E dunque squadra classica con le variazioni obbligate di Schick e Juan Jesus al posto degli squalificati Dzeko e Fazio. Per il resto giusto El Shaarawy preferito a Perotti. 4- 3- 3 e via.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy