Roma avvisata da Pallotta: 140 milioni di addii senza quarto posto

Roma avvisata da Pallotta: 140 milioni di addii senza quarto posto

A Boston l’incontro con Monchi per decidere il futuro: decisivo l’accesso alla Champions

di Redazione, @forzaroma

Ora che la Roma conosce il proprio avversario europeo deve solo capire da chi farsi guidare per affrontarlo. Se il 12 febbraio ci sarà ancora Di Francesco o uno tra Paulo Sousa e Blanc lo decideranno Monchi e Pallotta, insieme, a Boston. Se battendo il Genoa Di Francesco ha guadagnato qualche ora, non può certo star sereno, scrive Matteo Pinci su “La Repubblica”: almeno fino al 29 dicembre, quando dopo Parma-Roma e con davanti la sosta di due settimane ci sarà il tempo per fare riflessioni. Da anticipare in caso di tracolli, ad esempio sabato con la Juve. Ma il discorso non si sarebbe potuto affrontare con calma se domenica sera la Roma non fosse tornata a vincere. Addirittura era già pronto il programma: l’esonero sarebbe scattato la sera stessa, ieri sarebbe stato annunciato un nuovo allenatore. Ora invece si può provare a guardare anche ad altro. Il viaggio americano in effetti servirà al direttivo giallorosso per definire le strategie sul mercato di gennaio. E soprattutto il budget per la prossima stagione: quello in caso di qualificazione alla prossima Champions e quello se la competizione dovesse guardarla in tv. Se la squadra non centrasse un posto tra le prime quattro, ci sarebbe bisogno di sacrifici sanguinosi in termini di cessioni. Che dovranno fruttare qualcosa come 140 milioni, euro più euro meno, anche se spalmati tra luglio, gennaio e giugno. Il conto è molto semplice, visto che nell’ultimo anno, con una Champions da 100 milioni, la Roma ha avuto bisogno di raccoglierne una quarantina di plusvalenze da Emerson e Nainggolan.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 1 anno fa

    Sono romanista da tantissimi anni, sin da bambino allorquando andavo a vedere la Roma allo Stadio Flaminio (poi chiamato Torino). Non so cosa augurare alla mia squadra del cuore! O il 5/6 posto per l’Europa League oppure il 4 posto, voluto dalla proprietà per accedere alla Champions. Se così fosse, si perpetuerebbe la politica attuale di ottime vendite/scadenti acquisti mentre la maggior parte della tifoseria ambirebbe un modesto 5/6 posto per far sì che la Roma fosse venduta! Dato che amo la Roma, preferirei la seconda soluzione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. noel - 1 anno fa

    Cominciano le minacce di Pallotta per la prossima stagione… e siamo appena a Natale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy