Ricorso respinto, col Verona è 0-3- Fienga: “Siamo molto delusi”

Il Ceo della Roma: “Ci riserviamo comunque di analizzare ulteriori nostre azioni”

di Redazione, @forzaroma

Il ricorso è infondato“. È stata resa nota nel primo pomeriggio di ieri la sentenza della Corte d’appello federale, presieduta da Lorenzo Attolico, sul caso-Diawara che aveva portato la sconfitta a tavolino della Roma nella prima giornata di campionato contro il Verona (sul campo finì 0- 0).

Cinque pagine di sentenza in cui i giudici hanno ribadito in più di un’occasione come la tesi difensiva della Roma, che puntava tutto sul principio di buona fede e sul fatto che mancasse l’elemento del dolo, non avesse fondamento, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

Confermato, quindi, lo 0-3 comminato dal giudice sportivo e Roma che rimane a 14 punti in classifica, a meno 3 dal Milan capolista. La delusione del club giallorosso è nelle parole di Guido Fienga. “Non posso non esprimere tutta la mia amarezza – le parole del Ceo – per una sentenza che reputo profondamente ingiusta. Si è persa un’occasione per intervenire e modificare un’evidente lacuna normativa, ma soprattutto non si è voluto evitare che venisse comminata una sanzione palesemente sproporzionata rispetto al fatto commesso. Abbiamo depositato un ricorso di grande importanza, che proponeva una soluzione giuridica che avrebbe permesso un giusto riesame di equità su questa norma che non distingue l’errore dal dolo e che riteniamo iniqua e ingiusta. Ci riserviamo comunque di analizzare ulteriori nostre azioni“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy