Olsen salva faccia e onore, ma è ancora tabù Stadium

Olsen salva faccia e onore, ma è ancora tabù Stadium

Il portiere ha riscattato papere e incertezze vissute nella sfortunata serata contro il Genoa, ritrovando nell’ultima settimana la giusta tranquillità per non perdere la testa

di Redazione, @forzaroma

Niente da fare, tabù confermato e Roma costretta ad arrendersi ancora una volta allo Stadium, scrive Francesca Ferrazza su La Repubblica. La Juventus vince 1-0, i giallorossi lasciano sul campo i tre punti, ma non la dignità, anche se buona parte dei meriti per i quali è arrivata una sola rete sono da cercare (oltre al var) nei guantoni di Olsen.

Adesso un Natale diverso dal solito per i giocatori della Roma, che non potranno riposare visto che si rigiocherà subito a Santo Stefano. Mancano infatti solamente due gare al termine dell’anno, e del girone di andata. Mercoledì 26 dicembre il Sassuolo all’Olimpico e poi, tre giorni dopo, la trasferta di Parma.

Rientrati dalla gara al Tardini ci sarà un mini-vertice dirigenziale di fine anno, prima di festeggiare con famiglie e amici il Capodanno. Valutazioni sulla panchina, i risultati fatti fino a quel momento e le prospettive, per poi decidere se proseguire insieme e, nel caso, cosa davvero fare nella finestra del mercato di gennaio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy