Nyt: “Il numero due di Blatter ha trasferito 10 milioni di tangenti”

Le accuse riguardano Jerome Valcke, segretario generale e manager più alto in grado della Fifa. La rivelazione del quotidiano statunitense fa crescere i dubbi sul ruolo del presidente

di Redazione, @forzaroma

Un nuovo tassello nel puzzle dello scandalo Fifa. E mai come questa volta ci si avvicina al numero uno della federazione, Sepp Blatter. Le autorità americane ritengono che il segretario generale della Fifa, il francese Jerome Valcke, sia l’alto rappresentate che avrebbe trasferito 10 milioni di dollari da alcuni conti correnti della Fifa a quelli di Jack Warner, l’ex vicepresidente accusato di aver incassato tangenti dal Sudafrica per i mondiali del 2010. Lo riporta il New York Times citando alcune fonti vicine al general attorney di New York. Il possibile coinvolgimento di Valcke farà crescere i dubbi sulla possibilità che Sepp Blatter, il numero uno della Fifa, fosse all’oscuro dello scandalo. Valcke è infatti il numero due e il manager dopo Blatter più alto in grado della Fifa. Al momento non è stato formalmente indagato, con il New York Times ha negato il suo coinvolgimento, precisando di non aver autorizzato alcun pagamento e di non aver avuto il potere di farlo. Valcke peraltro non è estraneo a controversie. La più recente risale alla decisione della Fifa di assegnare al Qatar i Mondiali del 2022. Nel maggio 2011, Warner ha pubblicato un’email di Valcke, in cui quest’ultimo sosteneva che il Qatar avesse “comprato” la Coppa del Mondo. Valcke si è poi difeso dicendo di essere stato male interpretato.

 

Intanto si è saputo che Valcke non parteciperà all’incontro di apertura del mondiale di calcio femminile sabato prossimo in Canada, proprio a causa dello scandalo che ha travolto l’organizzazione. Joseph Blatter – lo ricordiamo – è stato rieletto venerdì per il quinto mandato consecutivo alla guida della Fifa due giorni dopo la notizia dell’arresto di sette funzionari accusati di corruzione. I dirigenti dell’Uefa, in gran parte contrari alla rielezione di Blatter, si vedranno sabato a Berlino a margine della finale di Champions. Una riunione straordinaria proprio per decidere quali relazioni tenere in futuro con la Fifa.

 

E anche il mondo del calcio brasiliano, dopo la Fifa, si trova chiamato in causa per un presunto scandalo di tangenti. La procura ha aperto un’inchiesta su Ricardo Teixeira, ex presidente della Federazione Calcio brasiliana per frode e riciclaggio di denaro sporco. Le accuse risalgono alla fine del mandato di Teixeira, tra il 2009 ed il 2012

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy