Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Repubblica

Mou è una furia: “Non c’è rispetto per i tifosi”

Getty Images

Proteste pesanti per il rigore concesso al Milan, con l’arbitro Maresca contestato duramente dall’Olimpico e daò tecnico giallorosso

Redazione

Sconfitta e infuriata, la Roma naufraga sotto i due gol del Milan, confermando l’enorme difficoltà a raccogliere punti negli scontri diretti anche in questa stagione, scrive Francesca Ferrazza su La Repubblica. Proteste pesanti per il rigore concesso al Milan, con l’arbitro Maresca contestato duramente dall’Olimpico e da Mourinho – “Mancanza di rispetto per i tifosi” – a tratti un’autentica furia in panchina. Il tecnico si arrabbia più volte per le decisioni prese dal team arbitrale, sbracciando, urlando e correndo da una parte all’altra dell’area a lui concessa davanti alla panchina. Il portoghese reagisce malissimo alla decisione di assegnare il rigore dopo che l’arbitro ha rivisto l’azione al Var, mettendosi a ridere e invitando in maniera sarcastica il pubblico ad andarsene. E poi al rigore non dato alla Roma nell’ultimo minuto di recupero su Pellegrini, è esploso di rabbia, inveendo contro Maresca. Lo stadio è una bolgia, ma la Roma non riesce a segnare, perdendo la sfida contro il Milan di un Ibrahimovic bersagliato da cori di chiara discriminazione razziale da parte della curva sud romanista. Inutile il gol di El Shaarawy in pieno recupero. Il numero 92 è entrato al posto di un poco decisivo Abraham, provando a cambiare una gara ormai segnata.  Giovedì sera (ore 21) all’Olimpico arriverà il Bodo, la squadra che ha umiliato la Roma in casa sua con quei sei gol che hanno portato il tecnico giallorosso ad effettuare una vera e propria epurazione nella rosa, preferendo alcuni ragazzi della Primavera a giocatori del gruppo di prima squadra. Il Bodo in Conference League e poi la trasferta a Venezia di domenica, prima della sosta del campionato, durante la quale verranno valutate le condizioni di Smalling, prima di decidere se prendere anche un altro difensore centrale a gennaio.